L'ultimo «peccato» di Rossini

Rossini definì «ultimo peccato di vecchiaia» la sua Petite messe solennelle. La pensò per «piccolo» organico, adattandola successivamente per occasioni «solenni». Questa splendida incisione diretta da Antonio Pappano è una di quelle occasioni. Non ce ne vogliano gli eccellenti solisti o la sempre più duttile orchestra ceciliana, ma il coro incanta nella la fuga Cum Sancto Spiritu: un gioiello, dove ogni ingresso è nitido, ogni frase un filo leggero tessuto con maestria.