Lynch rinuncia al nuovo "Twin Peaks"

Per il sequel un budget troppo ridotto

David Lynch rinuncia al sequel di Twin Peaks : lo ha reso noto lo stesso regista, spiegando su Twitter che non ha trovato l'accordo economico con l'emittente americana Showtime. «Dopo un anno e 4 mesi di negoziati, rinuncio perché non sono stati offerti sufficienti soldi per realizzare una sceneggiatura quale io reputo necessaria». Era stato lo stesso Lynch, nell'ottobre scorso, ad annunciare che nel 2016, 25 anni dopo l'ultima uscita, ci sarebbe stato un seguito alla serie-cult degli anni '90. Il regista ha già cominciato a contattare alcuni attori per comunicare che non sarà lui a dirigerli. «Amo il mondo di Twin Peaks e speravo che le cose andassero diversamente», ha aggiunto. Showtime comunque ha diffuso una nota per far capir che ci potrebbe ancora essere un margine per l'accordo: «Ci ha rattristati leggere le parole di David Lynch perché pensavamo di star lavorando per giungere a una soluzione con lui e i suoi rappresentanti su alcuni limitati punti in sospeso. Anche noi amiamo il mondo di Twin Peaks e continuiamo ad avere la speranza di riportarlo in auge in tutta la sua gloria con entrambi i suoi creatori, David Lynch e Mark Frost, in testa».

Le due stagioni tv di Twin Peaks , nel 1990 e nel 1991, furono un successo planetario, tanto da essere seguite l'anno dopo anche da un film, Twin Peaks: Fire Walk with Me .