Un Marchesi scatena la «Guerra dei sessi»

Tutti lo ricordano per il Medico in famiglia e La grande famiglia, le due lunghe serialità di Raiuno che mietono successi. Ma l'affascinante attore Giorgio Marchesi, alias Marco Levi nella fiction con Nonno Libero e alias Raul in quella sugli industriali brianzoli, sa fare anche il conduttore e ne ha dato prova in un programma che è un bijoux: La guerra dei sessi, sul canale DeASapere, del gruppo De Agostini. Già andato in onda con successo, tornerà nella seconda edizione a partire dal 2 maggio (canale Sky al numero 420). Con linguaggio scientifico ma semplice e accattivante (cosa rara per questo tipo di programmi), La guerra dei sessi esplora emozioni, sentimenti e sessualità visti dai due mondi opposti, quello femminile e quello maschile. Modi di vedere, come ben sappiamo, quasi sempre in guerra e, qualche volta, coincidenti. Marchesi che ha scelto giustamente la romantica Venezia per presentare la seconda edizione, nella trasmissione si muove come un moderno Faust che introduce i telespettatori in un viaggio per rispondere a domande del tipo: come vivono i due sessi le varie fasi della vita? Il primo bacio, la prima volta, l'arrivo di un figlio, il matrimonio, l'amicizia, la famiglia... Nella prima puntata del 2 maggio si affronterà il tema del confine tra dolore e piacere. Il tutto viene trattato con dei documentari della BBC, in cui esperti si sottopongono anche a prove ed esperimenti divertenti (tipo mangiare peperoncino o fare jumping).
Marchesi non si sente il nuovo Piero Angela. «Non scherziamo, il mio è un apporto limitato al programma. E comunque noi ci teniamo a sottolineare il linguaggio moderno e ironico che ci contraddistingue». Ma per lui già si prospetta un coinvolgimento maggiore. «Non è detto - butta là Massimo Bruno, direttore dei canali tv De Agostini - che in futuro si possa produrre nostri documentari e Giorgio esserne protagonista». Nel frattempo l'attore è impegnato sul set de La grande famiglia 2 e, in video, è impegnato nelle scaramucce sentimentali con Maria, nipote di Nonno Libero.