Marina Di Guardo su Chiara Ferragni: "La fama di mia figlia? Danneggia la mia credibilità"

Marina Di Guardo si racconta: "La fama di Chiara? Danneggia la mia credibilità da scrittrice"

Marina Di Guardo a cuore aperto: la mamma della famosissima influencer Chiara Ferragni ha rilasciato un'intervista a Vanity Fair: tanti gli argomenti trattati, dalla sua carriera di scrittrice al rapporto con la famiglia, compresa quella d'origine. La Di Guardo, donna bella ed affascinante, non ha un passato facile alle spalle, ma pare evidente, dalle sue parole, che ha fatto delle sue debolezze un punto di forza, canalizzando il tutto nei suoi romanzi, infatti è già giunta alla pubblicazione del quinto libro.

Essere sempre raffigurata come la 'mamma di Chiara' non è sempre semplice: Marina ha confessato che spesso la fama della moglie di Fedez crea qualche problema alla sua carriera di scrittrice "Credo mi aiuti per la visibilità, ma mi danneggi per la credibilità che poso avere in certi ambienti dove pensano: 'Ah la mamma della Ferragni pubblica libri, chissà chi glieli scrive?'". La donna, però, ci tiene ad affrancarsi da questa immagine: d'altra parte ci tiene a sottolineare che se avesse voluto, avrebbe rivolto i suoi interessi al mondo della moda, come fanno altre donne della sua età, mai suoi interessi sono differenti: "La sfida è far capire che quanto esprimo non ha nulla a che fare con la popolarità di Chiara".

La Di Guardo, che appare come una donna forte e decisa, ha però, nel suo passato dei momenti bui, legati al rapporto con la figura paterna. "A 18 anni dovevo rientrare alle 5 di pomeriggio, chiedeva ai miei fratelli maschi - a cui era consentito tutto - di controllarmi. All'ultimo anno di liceo sono andata via di casa. Tornavo a salutare mia mamma quando lui non era in casa, perché il giorno in cui ero andata aveva detto: per me è morta", ha confessato Marina parlando del rapporto con il padre, che purtroppo non si è mai risolto per il meglio.

"Io e mio padre non ci siamo mai davvero parlati di quello che è successo: è morto prima. Se esiste un aldilà spero che mi veda e capisca che doveva darmi fiducia, che ho costruito belle cose nella mia vita", ha poi aggiunto Marina. Passando, poi, dal ruolo di figlia a quello di mamma di Chiara e nonna del piccolo Leo, la scrittrice ha sottolineato che le scelte della figlia e di Fedez sulla presenza del nipote sui social sono molto personali: "Sull'esposizione mediatica di mio nipote Leo: è una scelta che io rispetto. Le foto di Leo non comunicano altro che allegria e un bel senso di famiglia. Per Leo non ci sono accordi commerciali, su questo sì non sarei stata d'accordo". Da nonna preferisce fare un passo indietro per lasciare libera la Ferragni, ma per quanto riguarda la sua carriera di scrittrice Marina desidera stare un passo avanti.

Commenti

Happy1937

Mer, 09/01/2019 - 19:41

Fatti privati che non interessano a nessuno.

papik40

Mer, 09/01/2019 - 20:33

Ecco un altro esempio di come una persona riesce in Italia a diventare famosa sfruttando la deficienza della gente decerebrata che acquista ad € 8 un litro d'acqua!