McCartney senza segreti

Come riuscire a non includere brani fondamentali, capolavori assoluti nonostante quattro cd. L'impresa è riuscita all'immenso (ecco perché) Paul McCartney, fresco di antologia Pure Mc Cartney, uno scrigno zeppo di memorabili canzoni, tra le più belle mai scritte negli ultimi 47 anni. Da quando, appunto, cominciò la carriera solista (anche con i Wings) interrompendo il magnifico sodalizio con Lennon. Meglio dire cosa manca: almeno un brano da Flowers in the Dirt, London Town, This Never Happened Before, The Note you never wrote, Dear Friend, Once Upon a Time Ago, Lettin Go. Il resto c'è tutto, e c'è di che godere: pura incantevole magia. C'è anche il riassunto in versione doppia. Indispensabile.