Media Usa: "Prince era malato di Aids"

Secondo il National Enquirer Prince sei mesi fa aveva saputo che la sua sieropositività (dichiarata negli anni ’90) era diventata Aids conclamato

Sei mesi fa aveva saputo di essere malato di Aids conclamato, dopo anni di sieropositività, dichiarata negli anni '90. La rivelazione sullo stato di salute di Prince arriva dal tabloid americano National Enquirer. Un manager dell’industria discografica, che ha chiesto l’anonimato, ha spiegato che la popstar si stava preparando a morire curandosi con la preghiera, come raccomandano i Testimoni di Geova di cui faceva parte. Queste dichiarazioni confermerebbero quanto scritto qualche giorno prima della morte di Prince da due siti di gossip, venuti a conoscenza della malattia di una star afroamericana.

"Era in cattive condizioni, i medici gli avevano detto che il suo emocromo era insolitamente basso, la sua temperatura corporea era scesa pericolosamente, pesava meno di 40 kg". Inoltre, secondo quanto rivelato dal discografico, Prince "aveva carenza di ferro, era disorientato e debole, di scarso appetito e le poche volte che mangiava non riusciva a trattenere il cibo. Il suo viso era giallastro, le punte delle dita bluastre".

Nelle ultime ore prima di essere trovato morto era stato visto più volte andare in farmacia con molte prescrizioni. Cinque giorni prima di morire il suo jet privato era stato costretto ad un atterraggio di emergenza in "seguito ad una overdose di antidolorifici". Secondo la fonte, agli amici più stretti diceva "Dio può curarmi e mi guarirà".

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 28/04/2016 - 11:27

Meglio una morte improvvisa che le complicanze relative alla wasting syndrome propria delle fasi terminali dell'infezione. R.I.P.

MARCO 34

Gio, 28/04/2016 - 12:31

Non mi piace la musica rock, non sapevo chi fosse Prince, ma stando a quanto leggo era un drogato e, quindi, paragono i suoi successi a quelli ottenuti dagli atleti doppati. Comunque pace all'anima sua

yulbrynner

Gio, 28/04/2016 - 13:39

marco, che non ti piaccia il rock ci sta, ognuno ha i suoi gusti a me non piace il nome marco ad esempio, nel tuo caso volutamente scritto in minuscolo, sai solo generalizzare e giudicare senza sapere nulla simpatico o meno che fosse a me Prince non piaceva ha venduto dischi ed era famoso in tutto il mondo, poi lo stiel di vita e' un altro pai odi maniche coem si dice dalle mie parti, tu chi sei o cosa sei una persona comune quanto me e quanto le altre pesone comuni, lui con la sua musica ha saputo emergere dalla massa e dalal mediocrita' quindi abbi rispetto e pensa ai fatti tuoi senza giudicare senza sapere,

Raoul Pontalti

Gio, 28/04/2016 - 14:18

@Mempis35 o del malvezzo degli anglicismi...Wasting syndrome o sindrome da disfacimento ha nell'italica terminologia clinica il corrispondente termine "cachessia" e se ritenuta ancora reversibile (non è però il caso della fase terminale di certe malattie oncologiche e dell'AIDS) "marasmo" (preferibile a marasma che è francesismo). Non vogliamo farci corrompere i costumi dagli islamici e ci lasciamo corrompere la lingua dagli yankees...

Totonno58

Gio, 28/04/2016 - 14:46

E' e rimarrà un genio...il fatto che fosse malato di AIDS e non si sia curato mi fa solo rabbia...spesso gli artisti, purtroppo, sono stravaganti, con le loro fissazioni, anche nel rapporto con la malattia (inutile specificare che sto pensando anche alla fine del mio adorato Pino Daniele)

accanove

Gio, 28/04/2016 - 14:48

marco...... dunque, se la mettiamo sul "drogato" una grandissima parte della popolazione purtroppo ormai lo è senza tuttavia "creare" nulla di positivo tantomeno di significativo da rimanere nella storia, anzi..... Se la mettiamo sotto l'aspetto "hiv" solo lui sa come lo ha preso ed in ogni caso sono fatti suoi che a noi non interessano. A noi dovrebbe interessare solamente di ringraziare persone controverse sicuramente ma determinanti come questo artista e molti suoi colleghi che hanno saputo trarre qualcosa di grande dalla propria vita anche e soprattutto a beneficio di noi tutti visto che la musica è patrimonio dell'animo umano.

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Gio, 28/04/2016 - 14:52

Bowie, Frey, Barbieri, Prince,...come caspita è iniziato sto 2016 e che diamine! R.I.P.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 28/04/2016 - 16:27

#Raoul Pontalti Osservazione giustissima. Ma, ormai, la letteratura medica parla inglese. Anche perchè noi, purtroppo, di letteratura scientifica ne produciamo ben poca anche se, per la verità, la esponiamo in maniera molto più logica ed intelligente rispetto agli autori yankees. In ciò secondi ai soli francesi.

java

Gio, 28/04/2016 - 16:49

se era sieropositivo negli anni 90 e nei 2000 ha avuto un figlio (poi deceduto) significa che se ne sbatteva di trasmettere il virus alla moglie e al figlio?

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 28/04/2016 - 16:55

Toh, che strano; ma non era solo una "banale influenza"?