Mediaset Premium sfida Sky: "Pronti a prendere i loro clienti"

Contenuti pregiati in esclusiva, su tutti la Champions League per i prossimi tre anni, ma anche film e serie tv, ecco la nuova sfida del Biscione

Basta con il gioco in difesa, Mediaset Premium passa all'attacco e apre la caccia agli abbonati Sky. Il 'competitor' del passato è diventato ufficialmente l'avversario contro il quale combattere con nuove armi: da settembre, contenuti unici, su tutti la Champions League, conquistata in esclusiva per i prossimi tre anni con un investimento monstre da quasi 650 milioni; la Premium Smart Cam, cioè il nuovo micro-device da inserire in qualsiasi tv per accedere in wi-fi all'on demand, e tutta l'offerta Premium anche solo online in HD. Il tutto a prezzi "aggressivi". "Con Sky non c'è mai stata una tregua armata, ci siamo fatti sempre una concorrenza spietata, perfino eccessiva", sottolinea Pier Silvio Berlusconi, vicepresidente e ad Mediaset, che promette però ora "un cambio di passo, una strategia di attacco" legata alla nuova offerta Premium il cui fiore all'occhiello è l'esclusiva sui diritti per la Champions League per i prossimi tre anni.

Si tratta di "una sfida importante", sottolinea, presentandola alla stampa a Portofino, e il fatto che a lanciarla sia "un'azienda che vive sul mercato italiano e spagnolo, che negli ultimi anni ha scontato un calo di oltre il 40%, denota un coraggio e una forza che vanno apprezzati". E se "finora il lancio di Premium, un'azienda che vale 900 milioni, ci è costato zero, non ha peggiorato di un euro in passivo il risultato di Mediaset", obiettivo della società "a breve e medio termine non è fare utili, ma abbonati": il piano di lancio della nuova offerta prevede di toccare quota due milioni entro l'anno (dagli attuali 1,7 milioni) e di "rientrare entro tre anni dagli investimenti", su tutti quello per la Champions: "Abbiamo sborsato 210 milioni all'anno per tre anni, pagando meno del 30% in meno rispetto a quanto era costata prima. Basti pensare che in Inghilterra Sky ha speso l'86% in più per la Premier League".

E Mediaset stima di poter raggiungere "centinaia di migliaia di nuovi clienti" con la nuova offerta di Premium. E non sarà difficile.

Contenuti pregiati in esclusiva, su tutti la Champions League per i prossimi tre anni, ma anche film e serie tv; un nuovo micro-device che può essere collegato a qualsiasi smart tv per accedere in wi-fi all'on demand; i contenuti pay disponibili anche 'solo web' in HD. Sono questi i pilastri della nuova Premium, al via a settembre, presentata a Portofino da Pier Silvio Berlusconi, vicepresidente e ad Mediaset, Franco Ricci, ad Mediaset Premium, Yves Confalonieri, direttore contenuti e Marco Rosini, direttore commerciale. Obiettivo del piano di lancio, passare da 1,7 milioni di abbonati a 2 milioni entro l'anno: nel mirino in primo luogo quel milione di tifosi della Juventus, della Roma e della Lazio che dalla prossima stagione potranno seguire le loro squadre nell'avventura della Champions solo su Mediaset. E non a caso fino a febbraio, cioè per tutta la fase a gironi, la Juve sarà disponibile soltanto su Premium. Gli abbonati avranno anche a disposizione tutte le partite delle migliori squadre di serie A (Juve, Roma, Lazio, Inter, Milan, Napoli più altre due da definire), le immagini e le prime interviste pre e post-partita, i diritti d'archivio esclusivi di 360 partite (su 380) di 15 squadre di A (di cui 210 in esclusiva assoluta) e un nuovo canale in diretta, Premium Sport. Nella nuova offerta Premium - declinata in tre soli pacchetti - spazio anche ai titoli Warner, Nbc Universal, Medusa e Taodue: si va da film come Interstellar, American Sniper, 50 sfumature di grigio, Youth - La giovinezza a serie tv come The big bang theory in esclusiva assoluta, Orange is the new black, Shameless, per un totale di oltre mille euro di prodotto mai visto all'anno. E a breve parte il nuovo canale Cinema 2 HD. Novità anche sul fronte tecnologico con la Premium Smart Card, una sorta di "schedina" da inserire in qualsiasi smart tv per accedere in wi-fi all'offerta on demand, usando lo smartphone come telecomando. Inoltre con Premium Online l'offerta sarà disponibile anche 'solo web': 22 canali live, oltre 10 mila contenuti on demand e in HD su tutti i dispositivi, dai tablet alle console. Niente intrattenimento, invece: "Ce n'è già tanto e va benissimo sulle reti generaliste: trovatemi un talent che va meglio di Tu sì que vales. Non sono gli show il motivo per cui abbonarsi alla pay: Sky - sottolinea Pier Silvio Berlusconi - li fa essenzialmente per motivi di immagine". Top secret - per non avvantaggiare la concorrenza - i prezzi: "Possiamo dire solo che saranno inferiori del 20-30% rispetto ai pacchetti Sky", si limita a spiegare. È certo invece l'esborso da 18 milioni per il piano di lancio tra luglio e settembre, dagli spot al fantacalcio alle mega-affissioni (anche su via della Conciliazione a Roma, a due passi da San Pietro, annunciano le slide) per intercettare il 92% dei tifosi italiani.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 10/06/2015 - 15:26

Sono alla ricerca di fessi che seguono il pallone, fatevi avanti.

pinolino

Mer, 10/06/2015 - 15:52

Complimenti per l'arricchimento del palinsesto, rimangono da risolvere le limitazioni sui canali del digitale terrestre che ne impediscono la fruizione con una qualità hd all'altezza delle tv del III millennio.

roberto78

Mer, 10/06/2015 - 17:41

e quale sarebbe la differenza tra premium online e premium normale? i canali sono sempre quelli, i contenuti ondemand pure... la stessa roba allo stesso prezzo. dicono che via web sarà hd: nemmeno sono in grado di dare l'hd sul digitale terrestre e sperano di riuscire a dare qualcosa di qualitativo su internet

Atlantico

Mer, 16/09/2015 - 14:50

Veramente io non ho lasciato Sky ma ho aggiunto il canale tematico della mia squadra. Che non è il Milan.