Meghan e Kate non sono principesse per colpa di Camilla?

Meghan Markle e Kate Middleton potrebbero non diventare mai principesse per una scelta imposta da Camilla Parker Bowles, attuale consorte del principe Carlo

Esiste un termine preciso che identifica Kate Middleton e Meghan Markle a corte, cioè la parola "duchessa": una scelta che sembra sminuire quello che è in realtà il ruolo effettivo che dovrebbe qualificare le due donne, ovvero due principesse. La responsabilità di quello che in apparenza sembra un declassamento, potrebbe dipendere da Camilla Parker Bowles, l'attuale consorte del principe Carlo. La donna ha voluto rinunciare completamente al titolo di principessa, nonostante ne abbia acquisito legalmente il diritto una volta convolata a nozze con Carlo.

Non un capriccio per inimicarsi i sudditi e le future nuore, ma una forma di rispetto nei confronti di quella che per sempre sarà la principessa nei cuori degli inglesi: Diana Spencer. Ed è ciò che sostiene la commentatrice reale Victoria Arbiter, sostenendo come Camilla abbia consapevolmente rinunciato al termine di principessa del Galless in favore di duchessa di Cornovaglia. Per questo motivo anche le mogli dei principi più giovani hanno assunto il titolo di duchesse.

Attualmente nessuna delle due può comunque sfoggiare questo titolo, perché nessuno tra Harry e William è principe del Galless, ruolo che riveste unicamente una sola persona a corte, ovvero Carlo, nonché futuro re di Inghilterra. Ma anche in questo caso Camilla non salirebbe sul trono in qualità di regina ma di principessa consorte, emulando così il più famoso dei principi consorti: Filippo. Un gesto importante quello di Camilla, eterna seconda e - benché attuale consorte ufficiale - sempre nascosta dall'ingombrante memoria di Diana: amata e onorata ancora oggi.