Meghan Markle: la duchessa vorrebbe partorire in casa e sotto ipnosi

Meghan Markle rema contro il rigore di corte, novità sul parto del suo primo royal baby

Fervono i preparativi per la nascita del primo figlio di Harry e Meghan Markle. I due neo-sposi, nell’occhio del ciclone a causa di rumor e pettegolezzi che si aggirano tra le mura di Kensington Palace, attendono con gioia la nascita del Royal Baby. La Markle sta progettando tutto nei minimi dettagli e, com’è da consuetudine, non sarebbe intenzionata a rispettare il rigido rigore di Corte e la tradizione dei reali inglesi.

Secondo il tabloid Express, la moglie di Harry vorrebbe partorire in casa, si presume voglia farlo al Frogmore Cottage, rinunciando alla convalescenza al St. Mary’s Hospital, in cui la Middleton ha messo alla luce George, Charlotte e Louis. A consigliare l’inversione di tendenza è stata Doria Ragland, la madre della duchessa. Secondo i recenti rumor del magazine inglese, entrambe stanno valutando la tecnica dell’Hypnobirthing. Si tratta di un metodo molto in voga nell’ultimo periodo. È una tecnica in cui le donne si preparano al parto facendo esercizi di respirazione, meditazione, concentrazione e auto-ipnosi. L’intento è quello di focalizzarsi sul momento del parto e scacciare via tutte le energie negative, superando la sofferenza con la concentrazione. Non è di certo una novità per i membri della famiglia reale. Anche Kate Middleton ha usato questo tipo di approccio.

Quello che fa storcere il muso alla famiglia è il fatto di rinunciare il ricovero nella clinica – da 7500 sterline a notte- in cui tutti i reali hanno dato alla luce i rispettivi Royal Baby. La scelta di andare contro la tradizione non è dovuta al fatto che Meghan Markle vuole essere solo una duchessa contro-corrente, ma soprattutto perché da sempre è una grande appassionata di meditazione e da tempo pratica yoga insieme alla madre Doria. E secondo gli ultimi gossip, si crede che la stessa “duchessa madre”, si trasferirà al cottage anche dopo il parto.