Melò e abiti lussuosi, torna «Paura d'amare»Da domani su Raiuno

Come si costruisce una fiction popolare? Premesso che la formula infallibile non esiste, gli autori di Paura d'amare 2 - seguito del successo da 7 milioni spettatori di tre anni fa - potrebbero citare almeno qualche ingrediente. «Una grande storia d'amore; un cattivo che la contrasta; abiti lussuosi e ambienti glamour», elenca il regista Vincenzo Terracciano. Ma non basta. «Se ci si fermasse a questo avremmo solo il classico melo, appassionante ma banale - commenta - Bisogna che i personaggi siano anche “veri”. Che cioè, perfino dentro avvenimenti e sentimenti da favola, in essi possa riconoscersi il comune telespettatore». Detto fatto: da domani per sei puntate torna il melodrammatico (ma autentico) amore fra Giorgio Lupano ed Erica Banchi; ancora giovani e belli come nelle favole, «ma nel frattempo divenuti più adulti, più maturi -spiega la Banchi- Così lui ora è un uomo più forte; lei una moglie più dolce». E ancora una volta i due saranno perseguitati dall'implacabile odio della cattivissima Elide (Ida Di Benedetto). «Anche lei una cattiva “vera” - precisa l'attrice napoletana - ammantato di tenebroso mistero».