Melanie Griffith e la chirurgia: "Mi sentivo ferita"

Melanie Griffith ha raccontato dettagli inediti della sua vita, in una recente intervista: al centro anche gli errori commessi dalla chirurgia estetica e il desiderio di tornare al passato

Melanie Griffith si confessa in un'intervista a 360 gradi con Porter Magazine. Ha parlato di chirurgia plastica, delle dipendenze ormai da molto tempo alle spalle, degli affetti famigliari. E si prepara a tornare al cinema diretta da James Franco con "The Disaster Artist".

In particolare, l'attrice ha spiegato di essere stata insoddisfatta a seguito della chirurgia plastica e di aver voluto fare un passo indietro. "Non ho realizzato - ha ricordato - finché la gente ha iniziato a dire: 'Oh mio Dio, che cosa ha fatto?'. Ero così ferita. Sono andata da un medico differente e lui ha iniziato a togliere tutta questa m***a che l'altro medico - una donna - aveva messo. Con la speranza di sembrare più normale ora".

Non ha rimpianti Melanie Griffith quando parla dei suoi figli. Si descrive come una mamma con problemi, ma non "ubriaca sul pavimento" o "fuori di testa". "Non ho fatto alcune cose che forse avrei dovuto fare, ma soprattutto c'ero per i miei piccoli. Hanno avuto una specie di vita da zingari privilegiati", ha chiosato.

L'attrice ha ammesso alcuni dei flirt che nel tempo le sono stati attribuiti, per esempio con Jack Nicholson, Warren Beatty e Ryan O'Neil, ora suoi grandi amici. Griffith ha raccontato l'affetto dell'ex marito Don Johnson, che l'attese dopo la disintossicazione: i due non sono tornati insieme, stando all'intervista, a causa della pressione mediatica.