Meryl Streep, quel no di King Kong che la spronò a diventare la numero uno

Meryl Streep venne rifiutata per la parte femminile di King Kong perché considerata brutta, ma questo la spinse ad ambire ad obiettivi più alti, conseguendo ben 18 statuette Oscar

Reuters

Esistono alcuni no che nella vita sono carburante per viaggiare più veloce, per spingersi più in là verso l'ignoto, fino a raggiungere un livello superiore e sicuramente migliore. Ne è un esempio concreto e positivo l'attrice Meryl Streep, che ha saputo ridisegnare intorno ai rifiuti importanti nuove strategie e altrettanti percorsi. La pagina fan di Facebook, che ne celebra la bravura e lo stile, è solita pubblicare estratti della sua vita privata e lavorativa.

In particolare frasi e commenti della stessa attrice, che sottolineano passaggi fondamentali della sua carriera. Come quel rifiuto ricevuto per la parte della protagonista femminile nella pellicola cinematografica di "King Kong", poi andato a Jessica Lange. Il film del 1976, diretto da John Guillermin e prodotto da Dino De Laurentiis, era un remake del classico del 1933.

Nella foto apparsa sulla pagina fan di Facebook si vede una giovanissima Meryl Streep in metropolitana, immortalata mentre fa ritorno a casa. Come riporta l'immagine, l'attrice venne scartata perché troppo brutta per la parte in questione. Sembra incredibile ma, come confessa lei stessa, quello «fu un momento cruciale. Questa rude opinione avrebbe potuto far deragliare il mio sogno di diventare attrice, oppure spronarmi a riallacciare le cinghie dei miei stivali e credere di più in me stessa. Ho fatto un respiro profondo e ho pensato "mi dispiace tu possa pensare io non sia bella per il tuo film. Ma la tua è un un'opinione in un mare di altre migliaia, per questo ora cercherò una corrente più gentile". Oggi possiedo 18 premi Oscar».

Una sferzata di positività e di coraggio da parte della bravissia attrice, pronta ad affrontare i rifiuti a testa alta con eleganza ma anche grande tenacia.

"This was me on my way home from an audition for King Kong where I was told I was too "ugly" for the part. This was a...

Posted by Meryl L. Streep on Martedì 10 novembre 2015