Il migliore cd di Antolini

Quatta quatta, concentrandosi molto sulla scrittura delle canzoni, Beatrice Antolini sforna un bel disco dopo l'altro. Sperimentali e mai arroganti. Stavolta in Vivid si lascia sfiorare dal reggae, non quello delle origini ma quello più recente e amplifica le sue influenze soul. Risultato? Il suo miglior disco perché più sicuro e autorevole: la Antolini non ha più bisogno di esser troppo sperimentale per piacersi. E questo è un requisito fondamentale per piacere di più.