Milano Fashion Week, occhi puntati sul "detenuto più bello del mondo"

Dalla prima foto segnaletica alle passerelle, Jeremy Meeks continua a far parlare di sé e ringrazia per la possibilità

Essere stato arrestato, possiamo dirlo, è stata la sua fortuna. Perché grazie alla foto segnaletica diffusa dalle forze dell'ordine dopo avergli messo le manette, ora Jeremy Meeks, ex detenuto appunto, si ritrova a sfilare sulle passerelle di tutto il mondo.

Nel 2014 la polizia di Stockton, in California (Stati Uniti) diffuse la fotografia scattata a Jeremy dopo l'arresto per detenzione illegale di armi. Proprio grazie a quel primo piano pieno di tatuaggi, il detenuto ha iniziato a far parlare di sé proprio per il suo aspetto da "bello e maledetto". E, dopo aver scontato la pena di 27 mesi di carcere, Jeremy è passato presto dalle quattro mura della cella alle passerelle. Il primo a volerlo è stato lo stilista Philipp Plein che già aveva scelto l'ex detenuto per la settimana della moda di New York.

Pochi giorni fa Jeremy è arrivato a Milano dove in occasione della Fashion Week ha indossato la collezione estiva dello stesso stilista, come mostrano le fotografie pubblicate sul profilo Instagram. Il detenuto più bello del mondo ha quindi iniziato una nuova vita che, c'è da scommetterci, lo porterà a cavalcare altre passerelle.