Milly Carlucci: "Una donna della tv non può prendere peso"

Milly Carlucci è tornata sul tema "chili di troppo" che qualche tempo fa ha fatto finire nel tritacarne mediatico Vanessa Incontrada: "In tv non ci si può permettere di prendere peso"

In seguito al caso mediatico sollevato dai "chili di troppo" di Vanessa Incontrada in occasione della sua ultima apparizione in tv per i Wind Music Awards, Milly Carlucci ha espresso la sua opionione sul tema.

Il ruolo della donna nel mondo dello spettacolo e della tv è da sempre un tema ribattuto in tutte le salse. Ora anche la conduttrice di Ballando con le stelle dice la sua senza troppi giri di parole. Così durante l'evento Parolario per la promozione del suo libro "Il meglio di te" Milly Carlucci ha rilasciato alcune dichiarazioni al quotidiano La Provincia di Como: "In tv non ci si può permettere di prendere peso, nonostante io ceda ad alcuni peccati di gola, sgarro con i biscotti di pastafrolla e il cioccolato. Ma poi al lavoro porto petto di pollo e verdure".

E ancora: "Un uomo può avere la pancia, pochi capelli. A una donna non è concesso nessun difetto. Perché non metto la minigonna? Perché non ho le gambe e neanche l’età. Io sono una sportiva. Non ho le gambe secche e ho il seno. Quando ero giovane andavano di moda quelle piatte e io soffrivo perché le magliette non cadevano dritte. Ma poi ho imparato. Ognuno deve valorizzare quello che ha. Non deve passare il tempo a demolirsi perché non sopporta qualcosa del proprio aspetto fisico, deve concentrarsi su quello che ha di bello. Ognuno ce l’ha".

Commenti

montenotte

Sab, 01/07/2017 - 08:17

Ragionamento da Idiota conclamata: "in Tv non ci si può permettere di prendere peso". Ma vale anche per gli uomini?

cgf

Sab, 01/07/2017 - 09:38

Idiota è colui/lei che commenta leggendo solo il titolo, infatti è riportato "Un uomo può avere la pancia, pochi capelli" etc

montenotte

Sab, 01/07/2017 - 11:26

Ok, per gli uomini non vale. Ma la parità non esiste? O difende qualche suo amico? Ragionamento comunque poco felice.