Milly D'Abbraccio parla di milf e Donald Trump

La diva italiana Milly D'Abbraccio commenta le milf e la vittoria alle presidenziali Usa di Donald Trump. E aggiunge: "È uno che ama le belle che non ballano"

La musica è uno dei suoi mestieri, così come l'intrattenimento per adulti. Ma le piacerebbe tanto fare politica, considerato come sia un'ex radicale passata ai socialisti. Si tratta di Milly D'Abbraccio che, in un'intervista a Gay.it, ha svelato questa grande passione segreta.

Alla diva italiana dell'hard è stato chiesto cosa ne pensasse di Donald Trump, neoeletto presidente degli Stati Uniti. "Io me lo aspettavo - ha spiegato la fascinosa Milly - Io ero certa che la Clinton perdesse. Non era credibile. Donald sarà più estremo, più 'fascistone', ma almeno sa quel che vuole e gli americani, a quanto pare, l’han capito. [...] Secondo me, essendo un grande imprenditore, riuscirà a fare cose molto interessanti e le dirò: mi piacerebbe far parte del suo entourage!".

Secondo D'Abbraccio, però, lei potrebbe non piacere a Trump perché "troppo protagonista": "A Trump piacciono le belle che non ballano - ha chiosato - È un maschilista, quello sì, ma come un qualsiasi italiano. Lo vedo come un siciliano".

L'attrice hard contesta la scelta di alcune sue colleghe di andare ospiti in televisione, come è accaduto a Eva Henger, molto spesso chiamata in qualità di opinionista. "Moana è morta. Cicciolina ha smesso - ha commentato - Sono rimasta solamente io. Persino Rocco ha gettato la spugna. Gli uomini nel porno effettivamente a cinquant’anni diventato vecchi, mentre noi donne diventiamo milf. Grazie a questa categoria, sono nel mio periodo migliore".