Le misure contano, lo dice la scienza

Sebbene non si tratti del fattore principale, la dimensione del pene gioca un ruolo decisamente importante nell'attrazione che un uomo può esercitare su una donna. A rivelarlo sono i risultati di uno studio condotto da alcuni ricercatori della Australian National University di Canberra

Sembra proprio che quel vecchio luogo comune sull'importanza delle dimensioni del pene avesse effettivamente un fondo di verità, stando almeno a quanto emerso da un recente studio della Australian National University.

Secondo i ricercatori, infatti, le misure dell'organo sessuale maschile non sono fondamentali solo per gli uomini, che spesso associano le dimensioni del pene a una più alta o bassa mascolinità. Al contrario, queste sarebbero in primo piano anche nella determinazione del grado di attrazione fisica che una donna può provare per un uomo.

Non a caso, lo studio ha coinvolto 105 donne australiane cui sono state mostrate varie immagini 3D di nudo maschile create al computer. In ognuna di queste, nei soggetti venivano variate l'altezza, la forma del busto e, ovviamente, le dimensioni del pene.

Chiedendo in seguito alle partecipanti di esprimere un gradimento numerico – da un minimo di 1 a un massimo di 7 – rispetto alle immagini visualizzate, i ricercatori della Australian National University hanno potuto stabilire che per il gentil sesso le dimensioni del pene sono importanti almeno quanto l'altezza, nello stabilire il livello di attrazione fisica nei confronti di un uomo.

Tuttavia, benché sia tutt'altro che trascurabile l'importanza delle misure, stando ai risultati finali dello studio è emerso piuttosto chiaramente come a giocare un ruolo fondamentale nell'attrazione donna-uomo sia la forma e l'eventuale muscolosità del busto.