"Per molto tempo ho pensato di non farcela". Michelle Pfeiffer rivela cosa vuol dire essere attrice a 60 anni

Tornata in grande forma per il film della Disney, Michelle Pfeiffer si rivela in una lunga e accorata intervista in cui rivela cosa vuol dire essere un'icona a 60 anni

Celebre per aver segnato un’era del cinema a cavallo fra gli anni ’80 e ’90, Michelle Pfeiffer nonostante lo scorrere del tempo, conserva il suo fascino e la sua bellezza. A 60 anni è ancora un’icona di moda e stile. In vista della sua partecipazione al sequel di Maleficent, al fianco di Angelina Jolie, l’attrice si rivela in un’intervista a Vanity Fair in cui racconta il suo presente, il passato e il suo futuro.

"Per molto tempo ho pensato di non potercela fare. Non avrei mai immaginato di diventare un’attrice di successo – esordisce Michelle Pfeiffer-. Ogni volta penso che mi licenzieranno entro la prima settimana di lavoro oppure ancor prima di cominciare. Sono così in ansia da pensare di andare via ancor prima di cominciare". Paure del tutto infondate ma che la Pfeiffer non riesce a scrollarsi di dosso. "Ora però riesco a concedermi un po’ di auto-indulgenza. Mi guardo alle spalle e mi rallegro nel vedere i quarant’anni di carriera e i film memorabili a cui ho partecipato – aggiunge -. Non ho sfruttato però la mia bellezza. Mi sono sempre sentita inadeguata".

L’intervista è anche un modo per focalizzarsi su alcuni temi caldi della realtà di oggi, come il femminismo. "Il pubblico vuole e premia questo tipo di storie – rivela -. Se gli incassi funzionano è giusto che si esplori questo tipo di universo". Per Michelle Pfeiffer il film della Disney ha segnato inoltre il ritorno sula grande schermo dopo un breve periodo di assenza dalle scene. "Non ho sentito la mancanza. Mi sono dedicata alla pittura. Non ho mai avuto difficoltà a impegnare il mio tempo libero".

Commenti

yulbrynner

Mer, 16/10/2019 - 16:43

Sempre femminile, e bellissima!