Monk: magnifico live

Un concerto inedito del grande Thelonius Monk va accolto come un evento. Si tratta di un esibizione a Copenhagen il 5 marzo 1963, che coincide con uno dei periodi di maggior fertilità ma anche di successo (se così si può dire) del pianista che cambiò le regole del jazz(infatti aveva appena firmato un contratto discografico con la Columbia). Monk come anello di raccordo tra il jazz classico di Duke Ellington e l'improvvisazione, Monk dal furore eroico di brani come Monk's Dream accompagnato da un supergruppo che comprende Charlie Rouse al sax tenore, John Ore al basso e Frank Dunlop alla batteria e che - oltre ai fulgori dei suoi brani - rilegge alla sua maniera (cioè in modo meraviglioso) Body and Soul.