Montréal: suoni sontuosi

Gli ingegneri del suono della Decca con Charles Dutoit rifecero gran parte del repertorio che negli anni del mono e dello stereo avevano registrato a Ginevra con Ernest Ansermet, dominus dell'Orchestra della Suisse Romande, gran diffusore della civiltà musicale francese, capace di dialogare da pari a pari con i massimi musicisti contemporanei, si chiamassero Maurice Ravel, Manuel de Falla o Igor Stravinskij. Primo venne Ravel, il mago dell'orchestra. Dutoit non nasconde che «il suono di Ravel non si può distruggere. Suona sempre bene». Si tratta di farlo suonare meglio. Così accade anche per altri grandissimi autori-strumentatori: Berlioz, Cjaikovskij, Bizet, Debussy, Falla, Respighi, Stravinskij.