È morto David Huddleston, il miliardario del "Grande Lebowski"

Si è spento a 85 anni a Santa Fe l'attore David Huddleston. Soffriva di problemi cardiaci e renali. Lavorò anche con Bud Spencer e Terence Hill

David Huddleston in una scena del film "Il Grande Lebowski"

E' morto a 85 anni David Huddleston, attore ricordato soprattutto per il ruolo nel film "Il grande Lebowski" dei fratelli Coen e che ha lavorato anche con Bud Spencer e Terence Hill. Huddleston è morto per complicazioni cardiache e e renali, ha spiegato la moglie Sarah Koeppe a The Hollywood Reporter e Los Angeles Times. L'attore si è spento nella notte nella sua villa a Santa Fe.

Nato il 17 settembre 1930 a Vinton, in Virginia, servì nell'aviazione militare, prima di studiare alla American Academy of Dramatic Arts. Si dedicò a teatro, cinema e televisione. Nel 1970 recitò in 'Rio Lobo' di Howard Hawks (1970) e con John Wayne, 'Mezzogiorno e mezzo di fuoco' di Mel Brooks (1974), 'La storia di Babbo Natale' di Jeannot Szwarc(1985), e più di recente in 'The Producers' di Susan Stroman (2005).

È anche ricordato per aver interpretato il capitano McBride ne 'I due superpiedi quasi piatti' (1977) e per il ruolo in 'Nati con la camicia' (1983), entrambi di Enzo Barboni con Bud Spencer e Terence Hill. La moglie ha raccontato oggi che il suo ruolo preferito fu quello di Benjamin Franklin nella produzione di Brodway '1776' del 1997.

Grazie alla sua mole corpulenta, Huddleston era solito vestire i panni del duro o del mafioso. Ma il ruolo in cui molti lo ricorderanno è quello del miliardario sulla sedia a rotelle omonimo del Drugo, interpretato da Jeff Bridges.