È morto Jean-Louis David, parrucchiere che inventò il taglio scalato

Il "coiffeur" della moda aveva 85 anni. Visionario delle acconciature, ha fondato un vero impero coi saloni di bellezza

Il parrucchiere-star Jean-Louis David è morto oggi all'età di 85 anni. Il suo marchio di saloni di bellezza è noto e diffuso in tutto il mondo.

A dare la notizia è stata l'emittente Bfmtv, secondo cui David è morto in Svizzera dove viveva dal 2002, anno in cui aveva venduto il suo impero al gruppo americano Regis Corporation, che è stato poi venduto nel 2008 al gruppo Provalliance di Franck Provost. Provost lo ricorda come "un uomo visionario, all'avanguardia, creatore e uomo d'affari eccezionale che ha segnato l'acconciatura".

Il coiffeur francese fu un vero e proprio pioniere dei saloni di bellezza in franchising. Ha aperto il suo primo salone a suo nome nel 1961 a Parigi, sulla lussuosa Avenue Wagram e ha rivoluzionato il mondo dell'acconciatura. Il suo motto era "Essere sempre al passo coi tempi e rispecchiare i clienti nell'evoluzione dei loro gusti e dei loro desideri nascosti". E negli anni '60 fu lui a inventare il taglio scalato, ma l'internazionalizzazione arrivò tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80.

Nato il 24 marzo 1934 in una famiglia di parrucchieri di Grasse, aveva iniziato il suo lavoro a Parigi nei primi anni Cinquanta, l'età d'oro degli 'artisti' parrucchieri. La sala Gabriel Garland, dove era stato assunto per la prima volta, apparteneva al proprietario della rivista cinematografica Cinémonde, un'occasione d'oro per farsi un nome sul grande schermo. Aveva, tra le altre cose, curato l'acconciatura della star di Hollywood Kim Novak, futura eroina del film di Alfred Hitchcock Vertigo. Dopo aver fatto l'assistente per i fotografi più famosi degli anni 60 (Helmut Newton, Herb Ritts), decise di scattare da solo foto e video per raggiungere una clientela più ampia possibile.