Nocenzi, ritorno doc

Gianni Nocenzi è un ricercatore di suoni. Lo ha fatto con il banco del Mutuo Soccorso (questo disco è dedicato anche a Francesco Di Giacomo) e dopo due decenni di silenzio lo fa anche in questo sorprendente disco solista. Lui, sempre votato all'elettronica, stavolta realizza un disco «antico moderno» suonando dal vivo soltanto uno Steinway Grand Piano, corroborato da sofisticate strategie tecnologiche. Risultato: un disco strumentale di rara intensità, molto riflessivo eppure vitale. Una successione di «miniature» sonore che, se fossero state suonate da qualche musicista straniero, avrebbero fatto gridare al miracolo la nostra piccola scena. In ogni caso, un gran bel disco che vale un ascolto attento. Anzi due. O tre.