O votare per il «sì» o saltare nel buio Così l'Italia nacque da un plebiscito in cui non c'era scelta

L'annessione del Regno delle due Sicilie fu sancita attraverso le urne, ma era un fatto compiuto. Il ricorso al popolo si trasformò soprattutto in un fatto simbolico. Il consenso di massa comunque ci fu. Del resto l'alternativa sarebbe stata il ...

Prosegue la nostra serie dedicata alle date che hanno fatto la storia d'Italia. La settimana scorsa Carlo Lottieri ci ha raccontato le Cinque giornate di Milano e il fallimento della linea federalista di Carlo Cattaneo. Oggi invece lo storico Francesco Perfetti ci racconta il plebiscito per l'annessione del Regno delle due Sicilie e la creazione del Regno d'Italia che si svolse il 21 ottobre 1860. Fu uno dei momenti fondativi dello Stato italiano per come lo conosciamo ma anche un evento che è stato spesso contestato a partire dalla poca regolarità della consultazione. Che, in ogni caso, si concluse con la quasi unanime volontà di adesione al nuovo regno. La prossima settimana, invece, Giordano Bruno Guerri ci parlerà della Breccia di Porta Pia.