«Oltre i Pooh con un virtuoso come Emmanuel»

Succede, talvolta succede: due musicisti si incontrano solo perché vogliono suonare insieme. Così è capitato a Dodi Battaglia, chitarra storica dei Pooh, e a Tommy Emmanuel, australiano considerato il miglior chitarrista fingerstyle del mondo. Il risultato sono le dodici canzoni inedite di Dove'è andata la musica , molte solo strumentali, qualcuna (come Grazie e Streghetta ) anche cantata, tutte piene di musica come si deve, svincolata da esigenze commerciali e sempre a cavallo tra rock e pop d'autore. Un disco di grande livello perché suonato divertendosi e suonato per divertire: le due ricette fondamentali della musica che piace. «È proprio così», confermano loro in una saletta del centro di Milano, ridendo ed emozionandosi come se fosse il loro disco di debutto.

Però scusate come avete fatto a conoscervi?

Dodi Battaglia: «Ci conosciamo da quindici anni. Quando l'ho sentito per la prima volta ho subito pensato che lui fosse un dono di Dio. E ho voluto portarlo ad aprire i concerti dei Pooh».

Tommy Emmanuel: «I Pooh sono incredibili e suonano come pochi al mondo».

Dodi Battaglia: «E quando lui ha accettato di suonare con noi, gli ho detto che era un figo assoluto: solo i grandi musicisti riescono a calarsi nelle musica popolare senza sentirsi sminuiti».

Caro Emmanuel, come le è venuta l'idea di collaborare?

«Un paio d'anni fa ho proposto a Dodi di incidere una canzone scritta da un amico che ritenevo perfetta per lui. Quel brano è I o non so amare a metà e da lì poi è nato tutto».

Però l'idea di incidere un disco insieme non è nata all'improvviso.

Dodi Battaglia: «No, ci abbiamo ragionato più volte. Ma poi tutto è diventato semplice. E una parte di queste canzoni è stata registrata ai Black Bird Studios di Nashville, negli studi di un fanatico dei Beatles che ha anche comprato molte apparecchiature utilizzate dai Fab Four, dai mixer agli amplificatori».

Alla fine qual è lo scopo di questo cd?

Battaglia: «Piacere a chi vuole qualcosa di vero, suonato fino in fondo e pensato in ogni dettaglio».

E l'obiettivo è stato raggiunto. Fino in fondo.