Onorevole: tenacemente e contro tutti

Quanto e cosa costa un #Onorevole a un contadino che si spacca la schiena nei campi? E a un commerciante, un artigiano, un minatore, una commessa? Fatica, sudore e speranza, costa! Perché, a quell'appellativo, consegnamo sogni e progetti di vita futura. Voglia di cambiamento, di crescita, emancipazione, evoluzione Tutti scegliamo, votiamo, eleggiamo «uno di noi». Il migliore. Colui il quale sa e meglio può rappresentarci. L'Onorevole. Il degno d'Onore, dice il ricco vocabolario universale. A volte, indoviniamo. Spesso, ahimè, armiamo la mano del boia. Assoldiamo, figurativamente parlando, il sicario che ci accopperà. Incoraggiamo il giuda che ci tradirà. Non sempre l'onorevole si dimostra Onorevole. Anzi! Di bugiardi, ladri, farabutti, ne abbiamo incoronati a migliaia. Voraci come pesci gatto. Spietati come boa costrittori. Insanguinati come varani a caccia. Epperò!!! Ancora vogliamo, e dobbiamo, crederci! Onorevole NON deve sparire dal vocabolario, né dalle pagine del libro della speranza. Non dalle nostre vite. Sia Ideale e non rimpianto. Progetto e non sconfitta. Riproviamoci, sì, tenacemente. Per non morire. Onorevole, dunque. Oggi, e per mille anni ancora.