"Ora mi sento libero, questo è il mio ultimo cd"

Lo showman continuerà a far concerti e tv: «La mia vita è stata una sofferenza»

Pupo è un fiume in piena. Parla, presenta il suo nuovo e ultimo cd Porno contro amore, si confessa, fa progetti. E, oltretutto, è vestito benissimo, dimagrito e foderato da un giubbotto di pelle che neanche un teen idol. «Questo è il mio ultimo cd, ora sono un uomo risolto, ho combattuto e vinto due dipendenze, quella dal gioco e quella dal sesso», spiega parlando senza mai mettere un punto. Esuberante e tonico, a settembre avrà 61 anni ma parla come un ventenne anche perché queste tredici canzoni ricordano molto il Pupo di tanti anni fa, melodico e allusivo. Insomma un ritorno al passato per cambiare il futuro.

Scusi, Pupo, ma perché smettere di fare dischi?

«Perché a sessant'anni certe ispirazioni, certe occasioni non tornano più ed è inutile ripetersi il contrario. Questo è davvero l'ultimo disco della mia vita. Poi, certo, continuerò a fare concerti qui in Italia e all'estero e a cantare le mie vecchie canzoni».

Ma smette anche con la tv?

«No anzi, mi interessa molto, ho appena presentato un progetto a Raiuno e, nonostante tutto, ad Agon Channel è stata una esperienza bellissima anche se devo ancora ricevere centomila euro...».

Dice di aver battuto due dipendenze.

«Una è quella dal gioco, lo sanno tutti. E l'altra è quella dal sesso. Ora sono sessualmente equilibrato ma ho avuto momenti di totale dipendenza».

Ne ha parlato dappertutto, fin troppo.

«Ma ora sono guarito. La sofferenza è stata il filo conduttore della mia vita. E mi ha arricchito. Quando superi una dipendenza, ti senti migliore, più forte».

In tutto questo ha pure una moglie ufficiale e una compagna altrettanto ufficiale.

«Sono sposato con Anna da 42 anni e da 22 sto con Patricia. A un certo punto non volevamo rinunciare a quanto avevamo costruito fino a quel momento».

Commenti
Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Sab, 02/04/2016 - 18:20

Dottor Giordano, mi stupisce che possa dedicare tempo e penna a questa nullità in tutti i sensi, musicale e non. Lo rimandi a mangiarsi il gelato al cioccolato e ci dedichi sulle pagime de "Il giornale" la storia del rock a puntate!

ziobeppe1951

Dom, 03/04/2016 - 00:55

Ma perchè...ne aveva già fatti altri di cd?

Malacappa

Lun, 04/04/2016 - 01:49

Ci sara' uno che lo compra a parte lui?