Paola Perego e le donne dell'Est. Il M5S: "Chiudete il programma"

L'attacco del M5S contro Paola Perego e la Rai: "Inaccettabile. Non è servizio pubblico". Saltamartini: "E io dovrei pagare il canone Rai per questa spazzatura?"

Il caso del servizio sulle donne dell'est presentato durante la trasmissione "Parliamone sabato" di Rai1 condotta da Paola Perego arriva in Parlamento. E scatena le polemiche politiche. "Quanto fatto dal programma televisivo 'Parliamone subitò non è solo grave ma contrario ai principi del servizio pubblico - hanno detto i parlamentari del M5S in commissione di Vigilanza Rai - L'insieme di luoghi comuni, sessismo e razzismo messi insieme dal programma di Rai1 palesa inadeguetezza e non bastano le scuse di Fabiano e Maggioni. Chiediamo che qualcuno si assuma le responsabilità di quanto accaduto".

La critica allora si allarga a tutta la programmazione pomeridiana della tv di Stato. "Il livello dei programmi di intrattenimento del pomeriggio è pessimo. Il direttore Fabiano - continuano i consiglieri - ragioni seriamente sulla possibilità di chiudere il programma di Paola Perego, che certamente non è servizio pubblico. Il presidente Maggioni invece smetta di parlare di un errore circostanziato, questo dimostra il fallimento dell'attuale management Rai".

Il direttore di Rai1, Adnrea Fabiano, si è già scusato per quanto accaduto, così come lo ha fatto la presidente della Rai, Monica Maggioni. Ma al momento non sono state presi provvedimenti. "Un micro circo fatto di personaggi stereotipati che disquisiscono su presunte categorie femminili come se fossero fenomeni da barraccone. E tutto questo spacciato per salotto televisivo garbato e familiare - attacca allora il presidente dell'associazione dei telespettatori e dei cittadini mediali, Massimiliano Padula - Al di la di moralismi e perbenismi di maniera, continuiamo a essere delusi da un Servizio pubblico che, invece di puntare su approfondimento serio e contribuire alla crescita culturale dei telespettatori, orienta parte della propria programmazione su temi spazzatura che, come in questo caso, ledono anche la dignità della persona". Laura Ravetto di Forza Italia, invece, su Twitter ha scelto l'ironia: "Per par condicio ora spiegate a noi femminucce perché dovremmo scegliere un uomo del nord europa?". Critica anche Barbara Saltamartini, vicepresidente dei deputati della Lega Nord: "E io dovrei pagare il canone Rai per questa spazzatura? - scrive su Facebook - A casa subito autori e conduttrice. Inaccettabile".