Paolo Franchi racconta la grande crisi di mezz'età

C'è molta attesa per il nuovo film di Paolo Franchi, Dove non ho mai abitato, che arriva in sala il 12 ottobre prodotto da Lucky Red. Gli attori sono Emmanuelle Devos, Fabrizio Gifuni e Giulio Brogi in un'opera che il registra ieri ha definito «un film in costume, ambientato nella comtemporaneità, che guarda a Cechov, Henry James e al cinema americano degli anni '60. Un'opera sentimentale, malinconica e sull'amore, ma con dentro la crisi di due cinquantenni che devono fare i conti con loro stessi». In sostanza, Francesca (che è la Devos), è l'unica figlia di Manfredi (Brogi), un famoso architetto che vive a Torino. La donna, che vive da anni a Parigi con la figlia e il marito, torna a Torino per assistere il padre malato e si ritrova a collaborare con il suo pupillo Massimo (Gifuni) che è un cinquantenne poco realizzato sentimentalmente dopo aver trascorso tutta la vita pensando alla carriera. Un incontro di sensibilità che si ritrovano a confrontarsi per scoprire quali siano i contorni dei loro destini mancati. Il film è dedicato al padre del regista anche se, come ha spiegato il 48enne Franchi, «non c'è una corrispondenza diretta, non è un film autobiografico perché mio papà è morto alcuni anni fa e mi sembrava giusto dedicarglielo».

RS