Immigrazione, Paolo Villaggio choc: "Hitler poteva aiutarli meglio, forse, eliminandoli"

In un'intervista a La Zanzara, il comico genovese ha dichiarato di essere d'accordo con il leader del Carroccio, Matteo Salvini

"Via le navi da guerra, bisogna intervenire economicamente a favore di questi disgraziati che rischiano la vita. La soluzione è solo dare da mangiare a queste persone in Africa. Hitler poteva aiutarli meglio, forse, eliminandoli. Inutile esprimere inutile dolore come fanno Renzi, Mattarella e il Papa. Profondo dolore è quello che esprimono, ma non gliene frega un cazzo, scusate la parola. Possono rimanere scioccati da quelle morti, ma non è che provino profondo dolore, il profondo dolore è sempre molto inventato, molto cattolico." Dopo il cantante Gianni Morandi, anche l'attore Paolo Villaggio ha voluto dire la sua sui recenti drammi dell'immigrazione.

In un'intervista rilasciata a Giuseppe Cruciani e David Parenzo per il programma La Zanzara, il comico genovese, dichiarando che si trattava di una provocazione, ha dichiarato: "Ho una soluzione fondamentale, ucciderli - poi corregge il tiro - Mi sembra che la soluzione che tutti stiano cercando è impedire che questi disgraziati escano dalla Libia, impedire che vengano in Europa, tutto questo porta solo a farli annegare. Mi sembra sia un finto buonismo tipicamente cattolico per farli morire in mare".

E le soluzioni proposte da Villaggio somigliano tanto a quelle del leader del Carroccio. Infatti, è lui stesso ad ammetterlo: "Sì, purtroppo ha ragiodichiaratne Salvini".