Parla l'ex collaboratrice Geraldine: "Non ho incastrato Corona"

A Matrix parla la donna sotto accusa: "Ho creduto in lui, non mi pento di nulla"

Fabrizio Corona, in una foto pubblicata su Instagram

Parla in televisione Geraldine Darù e contesta il ruolo che le è stato cucito addosso, secondo cui sarebbe stata lei a incastrare Fabrizio Corona, di cui è stata collaboratrice.

Da Nicola Porro, a Matrix, la Darù spiega: "Ho deciso di venire a parlare in televisione, perché in questa settimana sono state dette molte cose che non mi sono piaciute". E ancora: "Non mi è piaciuto che si sia parlato male di me".

L'ex collaboratrice di Corona spiega di avere collaborato con lui fino al 2 settembre, prima della perquisizione che ha messo di nuovo nei guai il fotografo dei vip. E assicura: "Tra me e Fabrizio non c'è mai stata alcuna lite . Io facevo tutto per lui: autista, amica, confidente, tutto: in quei nove mesi gli ho seguito la casa, gli portavo i miei clienti".

Poi il racconto della notte che trascorse in hotel con una borsa piena di soldi. "Non ho mai aperto quel borsone, fino a quando una mia amica, collaboratrice di Atena, mi ha chiesto se non avessi paura del contenuto e allora l'ho aperto. L'ho subito richiuso: ho visto che c'erano delle buste con scritte delle cifre; ho capito che si trattava di soldi, ma non le ho mai aperte. Purtroppo sono un'ingenua e questa mia ingenuità purtroppo non mi ha fatto pensare a cose di questo genere".

"Oggi voglio bene a Fabrizio - conclude poi l'ex collaboratrice Geraldine, - non mi pento di nulla, né di averci lavorato né di essere stati amici. Non parlo male di Fabrizio, non potrei mai farlo. Ho creduto in lui, ma quando ho capito che stava andando oltre le righe mi è caduta la stima".

Video che ti potrebbero interessare di Spettacoli

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 19/10/2016 - 14:41

Certo, ingenua, ma chi vuoi prendere in giro?

cicero08

Mer, 19/10/2016 - 16:14

Geraldine o non Geraldine il Corona ha dimostrato che il posto giusto per lui sono le patrie galere dove, se la legge fosse davvero uguale per tutti, dovrebbe soggiornare per tutta la durata delle pene cumulate o cumulande per ---la lunga trafila dei reati commessi