Le «parole» del divino Pergolesi

Le Septem verba a Christo in cruce moriente prolata è uno dei tanti falsi attribuiti al genio di Pergolesi (1710-36)? Senza dubbio è «un'opera d'arte fra le più intime, ricolma d'una dolcezza profonda e di un sentimento estetico trionfante», come sostenne Hermann Scherchen. L'esecuzione eloquente e curatissima di René Jacobs e dell'Akademie für Alte Musik di Berlino avvalora l'insigne attribuzione di questa gemma dell'oratorio barocco napoletano.