Il «Paroliberismo» di Daniele Lombardi

In mostra a Roma in via Margutta le opere dell'esperto in grafia musicale

Salvo Cagnazzo

Compositore, pianista e artista visivo: è conosciuto in tutto il mondo soprattutto per essere uno dei maggiori interpreti delle avanguardie storiche musicali del Novecento. Daniele Lombardi, esperto di grafia musicale contemporanea e prassi esecutiva, espone per la prima volta le sue opere nella mostra FuturParoLibere + Daniele Lombardi de Il Margutta Vegetarian Food & Art di Tina Vannini, in via Margutta 118 a Roma, a cura di Francesca Barbi Marinetti, fino al 30 aprile. L'esposizione propone una selezione di sue opere affiancate da tavole «parolibere» dell'avanguardia storica per lui significative, e qui appositamente riprodotte, di Marinetti, Depero, Masnata, Bot, Steiner, Cangiullo, Schulhoff, oltre ad opere originali di Benedetta Cappa Marinetti e manifesti futuristi. In mostra opere ideate negli anni Settanta, come la serie Per Voce e In-Intr-a, accanto a lavori più recenti come le cinque tavole di Divina.com. L'artista nella sua carriera artistica ha prodotto disegni, dipinti, computer graphics, video, che sono frutto della transcodifica in immagini di un pensiero musicale, come una visualizzazione di energie che stanno a monte del suono stesso, come potenziale divenire.