IL PERSONAGGIOLevante, in «Manuale distruzione» vincono il pop e l'ironia

Il suo disco d'esordio ha debuttato all'ottavo posto in classifica ma per molti non è stata una sorpresa. E se Rolling Stone ha definito Levante l'artista pop dell'anno, le canzoni di Manuale distruzione confermano che lei, giovanissima siciliana cresciuta a Torino (vero nome Claudia Lagona), ha l'ironia graziosa e il talento mediterraneo che mancano a tanti altri cantautori di questi anni. Lo aveva fatto capire il primo singolo Alfonso (lanciato da Radio Deejay) e lo confermano le sue scelte artistiche, la varietà della produzione e l'abilità di rimanere ancorata esclusivamente alla musica, senza deragliare in gossip o glamour un tanto al chilo. Perciò lei ha i carati per diventare una delle prime donne della canzone d'autore e non è un caso se molti si sono stupiti di non averla vista tra gli otto giovani del Festival di Sanremo. Un'esclusione a sorpresa. O forse la conferma che manca giusto poco tempo per vederla tra i Big.