Piero Pelù contro Matteo Renzi: "Bisogna andare subito a votare"

Il cantante, che non ha mai nascosto l' antipatia per il premier, sbotta su Facebook: "E' stato preso a calci in c*** alla festa dell'Unità di Roma"

Piero Pelù, leader dei Litfiba, torna a fare il "Toro loco". Ed usa la sua pagina Facebook per criticare aspramente Matteo Renzi, uno dei suoi "bersagli" preferiti.

"Il selfie-eletto Renzi, detto renzuska, è stato preso a calci in culo alla festa dell'Unità di Roma ed è dovuto scappare senza poter dire le sue quattro fregnacce quotidiane scondite di buonumore berlusconiano", si legge sul social network. "Finalmente - continua a scrivere il cantante - anche la base reale di quel-che-resta-del-Pd sta ammettendo che uno che sfascia la scuola pubblica, la sanità pubblica, lo stato sociale, uno che privatizzerebbe anche la sua famiglia, uno che promette spiccioli per succhiare vita è assolutamente pronto ad andarsene affa****". Insomma, un messaggio forte e chiaro. L'ostilità nei confronti del premier del cantante e giudice del talent The Voice, è ormai ben nota. E il post termina con una speranza: "Elezioni subito e che il presidente Mattarella faccia rispettare la Costituzione! Stiamo uniti e stiamo rock". Beh, almeno stavolta Piero Pelù ha fatto un passo indieto nei confronti di Renzi: gli ha risparmiato la carta igienica con la sua foto.

Commenti

vince50

Gio, 30/07/2015 - 18:32

Elezioni subito?per ottenere cosa.Lo si fa da una vita,cambiano gli uomini ma non la solfa.Quello che servirebbe in Italia non ci sarà mai più,agli Italiani interessa soltanto di essere liberi si fottersi a vicenda criticando i politici se non sono onesti.E poi peggio ancora ci sono troppi comunisti contro tutto e tutti,inutile votare tempo perso.

hectorre

Ven, 31/07/2015 - 11:18

pelù pelù....canta che ti passa!!!....devi promuovere la tournee dei litfiba???....che tristezza!!!!....renzi è un premier farlocco fin dal primo giorno, tu stranamente lo attacchi solo quando è in uscita un disco o mentre stai facendo concerti....chissà perchè......