Pixar annuncia lo stop ai sequel a partire dal 2019

Nel corso dei prossimi anni, comunque, avremo modo di vedere al cinema Cars 3, Toy Story 4 e Gli Incredibili 2, progetti già in cantiere da tempo e in fase di realizzazione

I sequel sono ormai diventati la normalità in quel di Hollywood, a volte a discapito della qualità, altre con buon successo di critica e di pubblico, ma ora c'è una casa di produzione cinematografica che ha deciso di dire basta: la Pixar.

Jim Morris, presidente di Pixar, ha fatto il punto sull'attuale situazione della celebre casa d'animazione e sui progetti futuri che arriveranno nei prossimi anni sul grande schermo.

"La maggior parte degli studios produce sequel non appena fanno un film di successo, ma il nostro modello di business è più legato al cinema autoriale, quindi tendiamo a non voler fare sequel a meno che il regista dell'originale non ci presenti un'idea che ci piace e che intendiamo portare avanti", ha detto Morris.

Nel corso dei prossimi anni, comunque, avremo modo di vedere al cinema Cars 3, Toy Story 4 e Gli Incredibili 2, progetti già in cantiere da tempo e in fase di realizzazione, con uscite programmate fino al 2019, ma per dopo questa data i piani sono altri.

Per il 2020, infatti, sono in cantiere due progetti con Disney (da cui Pixar è stata acquisita) e altri due progetti originali, ancora in fase embrionale.

"Il nostro piano era quello di far uscire un film originale all'anno e un sequel ogni due anni. Se aggiungiamo i prossimi film a questi, vi renderete conto che abbiamo 7 sequel contro 21 film originali, da quando siamo stati acquisiti da Disney. Quindi stiamo rispettando i nostri piani, anche se non nell'ordine previsto", ha concluso il presidente.