Pompei, sequestri per 6 milioni all'ex commissario

Nel mirino i lavori per il Teatro Grande: spesi 8 milioni invece dei 450mila previsti inizialmente

Sono stati sequestrati beni per 5,7 milioni di euro all’ex commissario delegato per l’emergenza degli scavi archeologici di Pompei, Marcello Fiori, accusato di danno erariale dalla Corte dei Conti per la Campania.

La vicenda riguarda i lavori realizzati nel 2010 per la fornitura di attrezzature per spettacolo e allestimento scenico del Teatro Grande di Pompei, considerati "esorbitanti rispetto all’obiettivo di messa in sicurezza, conservazione e restauro del patrimonio del sito archeologico". Le opere sono costate infatti 8 milioni di euro anziché i 450mila euro previsti inizialmente e condotti con aggiudicazioni dirette nel 2010. Per questa vicenda è già in corso un procedimento penale davanti al tribunale di Torre Annunziata.

Commenti

Acidità

Mer, 04/03/2015 - 13:39

Ma è il Marcello Fiori di Forza Italia cui era stata affidata la organizzazione dei circoli Forza Silvio?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 04/03/2015 - 13:59

Lavori forzati per corrotti bancarottieri falsari e clandestini immigrati

ilfatto

Mer, 04/03/2015 - 14:26

Fiori, fiori, ahhh si il coordinatore dei club forza silvio...come mai non ce lo avete scritto? mah chissà, e dire che siete sempre così solerti

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Mer, 04/03/2015 - 14:51

C'è sicuramente la presunzione di innocenza; basterebbe che il signor Fiori dimostrasse dove ha preso tutti quei quattrini! Con che leggerezza i partiti scelgono i loro rappresentati. Forza Italia!

mzee3

Mer, 04/03/2015 - 15:30

Com'era quell'affermazione ? Ah sì! Una notizia la si deve dare! E da questo punto di vista anche questa è stata data e non fa una grinza. Però, un trafiletto piccolo messo verso la fine tanto che ci solo 4 postati. Sarà un caso che gli amanti del condannato non si affrettano a dire la propria? Mah! E poi, chi sono queste aziende che così a buon mercato hanno fatto i lavori? Non ne vedo traccia nell'articolo. Altra domandina facile facile: ma come sono stati distribuiti questi 8 milioni e che fine hanno fatto? Non è dato sapere! Quanti di questi 8 milioni sono andati i tasca al questo solerte sofrintendente così amante del bello!? Staremo a vedere se questa notiziola si allargherà o scomparirà nel nulla!

unosolo

Mer, 04/03/2015 - 15:45

noi cretini spediamo i Finanzieri a fare le multe ai baristi , mentre chi manovra soldi nostri diventa ricco e nullatenente , esempi a valanga e non è certamente questo il primo , diamo una percentuale al corpo che trova evasioni in modo da dividerseli come premio di rendimento visto che i stpendi sono un poco al di sotto della media europea.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 04/03/2015 - 16:03

Siete molto sintetici! Perché non dite chi è questo Marcello Fiori? Perché non dite in che rapporti era, ed è, con Forza Italia, Forza Silvio, i "Club" e via dicendo? Spero solo che questa vicenda faccia meditare Salvini a lo induca alla massima attenzione nello scegliere i collaboratori del suo progetto nel sud. Da quelle parti, il personale disponibile è questo, e sono questi gli unici che possono portare una "dote" di voti. SStai attento, Matteo, a non mischiarti con cani e porci come ha fatto qualcun altro prima di te!

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:10

LE ZECCHE ROSSE CHE SI SENTONO PULITI NEL LORO CORPO DEMOCRATICO HANNO RACCOLTO MAZZETTE DI RUBLI LIRE DOLLARI TALI CHE L'EVEREST SAREBBE UNA COLLINA.LA CASSAFORTE DELLE BOTTEGHE OSCURE E' COME FORT NOX E IL BLOG ARRIVANI I FALLITI WRITER DELLA DEFUNTA UNITA' GRAMSCIANI STALINISTI BR.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:18

I PICCOLI PCini:hanno pò di "ACIDITA''raccontando il "FATTO" e poi lanciano il "DARDO". OMUNUNCOLI COMUNISTI PERENNI. PURTROPPO ITALICI.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:24

MAZZETTA ROSSA LA TRIONFERÀ! - PANSA: “GREGANTI ERA SOLO IL COLLETTORE FINALE DEL SISTEMA DI TANGENTI GESTITO DAL PCI FIN DAGLI ANNI SESSANTA E DI CUI TUTTI, COMPRESO BERLINGUER, ERANO A CONOSCENZA. E ANCHE STAVOLTA…”

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:25

Secondo Cervetti, il commento di Berlinguer fu il seguente: «Occorre ammettere che noi comunisti ci distinguiamo dagli altri partiti non perché rifiutiamo finanziamenti deprecabili. Siamo diversi perché, nel ricorrervi, il disinteresse dei nostri compagni è stato assoluto». Il problema, dunque, non era il fango della corruzione politica, un cancro destinato a diventare incurabile, tanto che ci perseguita ancora oggi, a vent'anni da Tangentopoli e a quarantacinque dalla gigantesca mazzetta pagata dall'Eni al Pci per il gas siberiano. A salvare la coscienza del Bottegone erano le mani nette dei compagni impegnati nel lavoro sporco su quel fronte. Un lavoro diventato sempre più massiccio con il crescere degli apparati dei partiti e dei costi generali della politica.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:25

Anno dopo anno, tutti i segmenti della Casta, da quelli grandi ai più piccoli, cominciarono a mangiare alla stessa greppia. La loro voracità non conosceva più freni. Al punto che le aziende, dalle maxi alle medie, arrivarono a offrire tangenti senza che venissero richieste. Le regole di comportamento esposte da Mattei e da Cefis per l'Eni finirono nel guardaroba dei cani. Le imprese consideravano le mazzette un costo fisso, indispensabile per concludere un affare od ottenere una commessa, un appalto,una fornitura. Nessuno era più in grado di resistere alle pressioni della Casta. Neppure la Fiat, la Montedison, la stessa Eni.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:26

Via delle Botteghe Oscure IL SANTO ROSSO Adesso qualche anima bella si domanda come sia nata l'antipolitica che domina la scena pubblica italiana. L'origine sta nella devastante crescita della corruzione pubblica. Nell'osservare il baratro che sta inghiottendo la Casta dei partiti, mi domando come mai un tribuno pericoloso quale è Beppe Grillo abbia tardato così tanto a farsi strada. Un giorno qualcuno ci spiegherà che i suoi sponsor non sono soltanto i partiti di oggi, ma anche quelli di ieri.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:28

Il caso era chiuso, anzi no: il gip Ghitti avrebbe voluto vederci chiaro e dapprima negò l’archiviazione. Non credeva – senza malizia: nessuno ci aveva mai creduto – alla storia del Greganti millantatore. Ma perse la battaglia. Tra pubbliche litigate e qualche chiacchierata di troppo coi giornalisti, in autunno l’inchiesta verrà ufficialmente tolta a Tiziana Parenti in quanto «non allineata con la procura» dirà Gerardo D’Ambrosio prima di aggiungere: «Questo non è il processo al Pds, ma a Greganti e Stefanini».

Ritratto di Nopci

Nopci

Mer, 04/03/2015 - 16:29

D’Ambrosio è lo stesso personaggio che nel maggio precedente aveva dichiarato all’«Unità»: «Mani pulite è finita … nel senso che ciò che doveva emergere nel filone politico-affaristico è venuto fuori». Sul settimanale «L’Europeo» era stato ancora più chiaro: «Lo scenario è nitido, Dc e Psi si finanziavano attraverso meccanismi illeciti … c’è stata la fase dello stragismo … poi è venuta l’epoca della corruzione». D’Ambrosio, anni dopo, una volta lasciata la magistratura, si candiderà come senatore nel Pds, frattanto divenuto Ds

Pinozzo

Mer, 04/03/2015 - 16:46

Che sbadato l'articolista, ha dimenticato di dire che questo delinquente e' coordinatore nazionale dei club forza italia. Capita, non andremo mica a vederci la mala fede..?

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 04/03/2015 - 17:06

Sarà anche di forza Italia, ma in confronto ai miliardi Di euro rubati dai comunisti con mps e' un dilettante.

ilfatto

Mer, 04/03/2015 - 17:37

@Nopci...l'ulcera, si riguardi, mi raccomando, non la vedo molto bene

ilfatto

Mer, 04/03/2015 - 17:40

@stenos...i nomi, vorrei sapere chi del PD ha fatto la cresta con mps, sa parlare così ad minchiam sono tutti bravi, ma invece di calunnie, visto che la sento così sicuro vorrei nomi e cognomi che poi vediamo di muoverci di conseguenza...mi sembra dovuto no? se invece lei i nomi NON li ha allora si qualifica da solo..senza che infierisco pure io..aspetto

rossono

Mer, 04/03/2015 - 17:52

ilfatto quel siciliano tangentaro di che area era?

rossono

Mer, 04/03/2015 - 17:58

Che coincidenza!!! Ma tra poco in Campania ci sono elezioni?

rossono

Mer, 04/03/2015 - 18:02

@ilfatto come se non sapessi che certi misfatti rossi si bloccano nelle botteghe oscure (il nome una garanzia)

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 04/03/2015 - 18:46

Appaltare Pompei a una società privata, meglio se tedesca o inglese. Fuori dal popstificio tutti gli italioti.