Portal: duo con Ebene

Michel Portal suona perfettamente una dozzina di strumenti e per lui la musica europea, il jazz e altro ancora non hanno segreti. È un genio musicale del Novecento e del Duemila, e ci si augura che la sorte lo conservi ben oltre i suoi 80 anni. Domani arriva nei negozi uno dei suoi dischi migliori che mi assumo la responsabilità di definire un capolavoro. Non è destinato, però, a certi cultori un po' speciali della musica afroamericana, abituati ad analizzare «la percentuale di jazz presente in talune opere» (testuale) per loro sospette. Si tratta infatti di un meraviglioso crossover nel quale il jazz fa parte del melting-pot e lo informa di sé dal principio alla fine come di rado si è udito.