Prati, Carta e Orfei i primi tre naufraghi

Annunciato parte del cast. Ancora in forse Simona Ventura

Laura RioPamela Prati, Marco Carta e Stefano Nones Orfei. Sono i primi tre concorrenti ufficiali dell'Isola dei famosi annunciati iera sera in un party organizzato da Mediaset per lanciare la nuova edizione del reality in onda tra qualche settimana su Canale 5. Tre personaggi i cui nomi sono circolati come indiscrezioni e che, nelle scorse ore, hanno raggiunto gli accordi definitivi con Mediaset. Dunque, per ora, a fare la parte della squadra di naufraghi che devono sopravvivere senza cibo in un'isola (teoricamente) deserta sono l'ancora prorompente attrice e showgirl (ha 57 anni ben portati), il cantante uscito dalla scuola di Amici e vincitore del Sanremo 2009 e l'erede della famiglia del circo Orfei, figlio di Moira, considerato uno dei più bravi ammaestratori italiani, uno certamente abituato ai sacrifici, alla lotta e al rapporto con gli animali, anche se di tigri ne vedrà poche. Dunque, Mediaset non ufficializza ancora la partecipazione di Simona Ventura, che dovrebbe essere il pezzo pregiato di questa edizione: osservare la showgirl che ha fatto la storia dell'Isola passare dall'altra parte, da conduttrice a naufraga, è un boccone ghiotto per il pubblico e dunque la produzione ci punta molto. Ma la sua firma non è ancora arrivata sul contratto perché si stanno limando gli accordi: tra l'altro pare che nel «pacchetto» che la conduttrice sta trattando con Mediaset ci sia anche la conduzione di un programma nel prossimo futuro: insomma il sacrificio di fare la naufraga in cambio di tornare ad avere spazio ben visibile su una rete generalista, dopo gli anni a Sky. Altri nomi che circolano come naufraghi sono la trans Efe Bal che ha già annunciato sfracelli amorosi, Matteo Cambi noto per il marchio Guru, prima successo e poi grande fallimento e Paola Caruso, la «Bona» di Bonolis in Avanti un altro!.Pamela Prati promette di essere un bel peperino, come lo è di natura, sull'Isola: dovrà vedersela con altre donne più giovani e curvilinee e lei stuzzica in un'intervista a Chi: «Un bel quadro ha sempre bisogno di una bella cornice». E continua: «Ho voglia di mettere a nudo una Pamela più intima, quella che pochi conoscono. Mi piacerebbe riuscire a raccontare la mia storia, le difficoltà della mia infanzia. Non ho paura della fame, non sono una mangiona e oltretutto la dieta dei naufraghi, riso bianco e pesce, assomiglia alla mia». Poi, a Cayo Cochinos si vedrà se sarà così semplice...