"Prime denunce per Brizzi". Ma il legale smentisce

Aperta un'indagine su Fausto Brizzi per i provini hard: nuove denunce per episodi risalenti a meno di sei mesi fa

Arrivano le prime denunce contro Fausto Brizzi, finito al centro dello scandalo per una serie di provini trasformatisi - secondo i racconti di diverse vittime - in molestie o violenze sessuali.

Come racconta Repubblica, infatti, dopo mesi di voci non confermate, le prime querele sono state presentate alla procura di Roma e i pm hanno aperto un'indagine.

Si tratterebbero di denunce per episodi accaduti negli ultimi sei mesi. I casi più eclatanti, infatti, sono stati quelli che avevano coinvolto Clarissa Marchese e Alessandra Giulia Bassi, ma che non sono più perseguibili perché risalenti a troppo tempo fa.

"Ho appreso con grande sconcerto dagli articoli apparsi sulle pagine di alcuni quotidiani dell’esistenza di ipotetiche segnalazioni di molestie fatte da persone di cui non viene precisata l’identità", ha smentito però Brizzi attraverso il suo legale, "Posso solo affermare, con serenità e sin da ora, che mai e poi mai nella mia vita ho avuto rapporti non consenzienti o condivisi. Per questo, escludo categoricamente di aver conferito mandato legale per trattare il risarcimento del danno in favore di presunte vittime. Procederò, pertanto, in ogni opportuna sede nei confronti di chiunque abbia affermato e affermi il contrario. In via precauzionale, e per evitare strumentalizzazioni, ho sospeso tutte le mie attività lavorative ed imprenditoriali. Chiedo a tutti il massimo rispetto della privacy della mia famiglia e, in particolare, di mia moglie".