Così sarà divisa l'eredità di Prince

Benché l'unica sorella "effettiva" rimasta in vita, Tika, avesse avanzato una richiesta per essere considerata sola beneficiaria del patrimonio lasciato da Prince, l'eredità dell'artista - non essendo vincolata ad alcun testamento - sarà suddivisa in sei parti uguali, che andranno anche ad alcuni dei fratellastri e delle sorellastre del cantante

Per quanto indubbiamente di minor impatto rispetto al mistero che avvolge la prematura e insospettabile morte di Prince, annunciata lo scorso 21 aprile in esclusiva da TMZ, sembra essere finalmente concluso il capitolo riguardo la sua eredità. Per la quale il cantante, almeno secondo quanto reso noto fino a questo momento, non ha mai redatto un testamento.

Stando alle ultime novità, infatti, la sorella di Prince - Tika, 55 anni, l'unica rimasta in vita dei fratelli “effettivi” dell'artista - avrebbe perso la sua breve battaglia legale per divenire “amministratore speciale” dei beni dell'interprete di classici come “Purple Rain” e “Kiss”. Una volontà, questa, che avrebbe permesso a Tika di gestire in piena autonomia le finanze lasciate dal fratello.

Al contrario, il patrimonio lasciato dal cantante – che nonostante le prime voci sarebbe stato infine stimato in 150 milioni di dollari – sarà diviso in tutto tra sei parenti, più o meno diretti, dell'artista. L'eredità, infatti, sarà divisa in sei parti assolutamente uguali, le quali saranno destinate a Tika, due sorellastre e tre fratellastri di Prince.

Una suddivisione, questa, che risponde ai criteri della legge in vigore nel Minnesota, dove in materia di eredità, fratelli e fratellastri vengono equiparati nel diritto alla successione.