Privacy, risarcimento da 115 milioni di dollari per Hulk Hogan

Il giornale online che ha diffuso il video ora rischia il fallimento

Risarcimento da 115 milioni di dollari per Hulk Hogan. L’ex lottatore di wrestling, ora 62enne, verrà risarcito per la violazione della sua privacy da Gawker, un popolare magazine online americano che nel 2012 aveva diffuso su internet un video hard in cui Hogan faceva sesso con la moglie di un suo amico. Nick Denton, fondatore del sito, e Albert J Daulerio, ex direttore, sono stati giudicati responsabili della violazione e la cifra record rischia di far fallire la Gawker.

Prima che circolasse il video, Hogan aveva sempre smentito di aver avuto rapporti intimi con Heather Clem, all'epoca moglie di Todd «Bubba the Love Sponge» Clem, un dj americano. Hogan, alla lettura della sentenza, con le lacrime agli occhi, ha detto: «Siamo estremamente soddisfatti del verdetto. Rappresenta una dichiarazione di disgusto pubblico per l’invasione nella privacy di una persona, mascherata da giornalismo». Denton ha annunciato ricorso. Secondo commenta Samantha Barbas, professoressa di diritto presso l’università di Buffalo e autrice di un libro sulla storia della diffamazione e della privacy, “si tratta di un risarcimento enorme e solo l’idea che la privacy di una star possa essere superiore alla libertà di stampa è un enorme cambiamento per la stampa americana libera: potrebbe essere un punto di svolta per la legge”.

Commenti

oldstyle

Sab, 19/03/2016 - 12:40

Beh, direi che con una trombata ha perso un amico, ma ha guadagnato qualche soldino.... Comunque, notizie come queste mi fanno davvero pensare al livello di follia raggiunto dalla società moderna, soprattutto quella definita "evoluta" tipo quella a stelle e strisce...

giottin

Sab, 19/03/2016 - 14:11

A proposito di privacy, se non leggevo questa notizia non avrei mai saputo che Hogan si scopava la moglie dell'amico, adesso siamo in tanti di più a saperlo, viva la privacy!!!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 19/03/2016 - 16:06

E si, ormai la privacy e' sacra. Intanto mentre scrivo questo un pupazzo del ministero delle finanze stara' guardando il c.c. di qualcuno e come spende i suoi soldi. Grande presa per il cul di una societa' diventata completamente idiota con usanze idiote importate da oltreoceano.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 19/03/2016 - 16:09

@giottin:...già,ora lo sa tutto il Mondo,ma lui si è preso,per la "diffusione della notizia",questa cifra....Se lo facessimo noi,poveri cristi,sai quante risate,senza un EURO di rimborso!!??....."gli animali sono tutti uguali,ma qualcuno è più uguale degli altri"...

duball

Sab, 19/03/2016 - 16:14

se usassero lo stesso metro di risarcimento per le privacy violate a berlusconi mi sa che non basterebbe il pil italiano per risarcirlo ma.. ah gia', siamo in una dittatura massonico-comunista dove si spendono 300 milioni di euro pubblici l'anno per intercettazioni al 90% inutili.