"Puntiamo al quarto posto Vincere sarebbe una sconfitta"

Sono i concorrenti più vecchi, ma i più giovani nello spirito: "Il nostro guaio è che arriviamo sempre con troppo anticipo. Come con “La terra dei cachi”..."

nostro inviato a Sanremo

Tanto che gli importa: comunque vada, Elio e le Storie Tese qui hanno già vinto. Basta una battuta: «Se arrivassimo primi, per noi sarebbe un fallimento». E giù risate. Per loro insomma Sanremo è una passeggiata rivierasca. Difatti ieri si sono presentati all'Ariston, svogliati anzichenò, a bordo della loro ironia: «Perché noi qui al Festival? Anche questa volta abbiamo scelto per convenienza», ridacchia Elio più pallido che mai. Diciassette anni fa (alla faccia della scaramanzia) erano arrivati «quasi primi» con La terra dei cachi che li fece conoscere al grandissimo pubblico. Ora sono ancora più rilassati perché hanno poco da guadagnare e ancor meno da dimostrare. Dunque, in gara gli Elii hanno un pezzo più surreale dell'altro (Dannati forever e La canzone mononota) e domani il pubblico e la sala stampa decideranno quale dei due si giocherà la finale: «Certo che le dimissioni di Joseph (Ratzinger, ndr) potrebbero favorire la prima», aggiungono loro con la stessa freddezza ironica che porteranno anche sul palco. Da vincitori comunque vada.
Però Elio questo è un Festival di canzoni più tristi del solito e invece voi arrivate con due brani divertenti.
«Ma che divertenti: Dannati forever spiega che siamo tutti destinati ad andare all'inferno ma a nessuno gliene frega nulla. Sarà un tema allegro questo?».
Si potrebbe attualizzare con un riferimento improvvisato alle dimissioni del Papa.
«Il cambiamento è il nostro mestiere. Quindi domani sera magari faremo un riferimento all'adio di Benedetto Decimosesto... Di sicuro sappiamo già che nel prossimo Conclave ci saranno due gironi: quello dei Big e quello dei Giovani. Anzi, se proprio vogliamo dirla tutta, dopo aver scampato il pericolo elezioni politiche, il Festival dovrebbe essere spostato perché è troppo a ridosso del Conclave».
Oh là, questo è il vostro spirito. E difatti l'altro brano in gara, La canzone mononota, diventerà un classico del divertimento.
«Beh in questa diciamo che, dopo millenni di evoluzione, l'uomo si sta “devolvendo”. E vuole fare sempre meno sforzo. Fino al punto di suonare una canzone con una nota sola».
Va bene. Però venerdì nella serata dedicata a Sanremo Story canterete Un bacio piccolissimo (successo grandissimo del 1964 del neanche diciottenne Robertino) con la pornostar Rocco Siffredi.
«Magari. Lo abbiamo letto sui giornali. Certo ci farebbe piacere se venisse. Anche se, visto il suo mestiere, il verbo potrebbe avere significati equivoci».
D'accordo: Elio e Le Storie Tese devono dissacrare.
«Ma il nostro obiettivo non è mai cambiato: vogliamo arrivare quarti al Festival. E i bookmakers pare ci diano ragione, per fortuna. La vittoria per noi sarebbe una sconfitta».
Lo dicevate anche quand'eravate in gara qui con La terra dei cachi. A proposito: il testo pare ancora attuale.
«Se vogliamo trovare un neo alla nostra storia, è quello che arriviamo sempre troppo prima. Quella canzone è attualissima. E se l'avessimo portata adesso, saremmo arrivati primi senza nessun dubbio. Ma in fondo noi stiamo suonando per i nostri figli, per i nostri discendenti. E quindi dobbiamo patire qualche smacco».
A proposito, Elio, rifarà il giudice a X Factor?
«Non so neppure se rifaranno X Factor. Da quanto ho sentito dire, a Sky devono rinnovare un sacco di contratti».
Magari potrebbe fare il giudice in un altro talent show.
«Beh se pagano bene non posso che dire di sì. In fondo c'è un particolare da non sottovalutare».
Ossia?
«Gli Elio e Le Storie Tese sono i concorrenti più vecchi di Sanremo. Ormai siamo anziani e quindi ogni ipotesi di sopravvivenza è da tenere in conto...».

Commenti
Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 12/02/2013 - 11:30

Se questi sono i big, gli altri chi sono? Ma fatemi il piacere! Finitela con queso spreco...oltre all'IMU ridateci i soldi del canone...meglio una sana pizza fuori porta che una mappazza sullo stomaco da digerire con tonnellate di bicarbonato!

BlackMen

Mar, 12/02/2013 - 12:31

Alberto43: egregio signore gli Elio e le Storie Tese sono universalmente riconosciuti tra i migliori musicisti italiani dagli addetti ai lavori. I temi trattati ed il folklore legati alle loro performance possono piacere o meno ma sul fatto che siano big non si discute proprio! Non confonda i gusti con la qualità.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mar, 12/02/2013 - 14:32

fenomeno tutto made in Italy. Successo a gogo scatutiro dai soliti ritornelli in chiave anticav che hanno peraltro fatto la fortuna di tanti guitti, mezze calzette e mezze seghe dello spettacolo! In altri paesi musicalmente evoluti potrebbero al massimo sfondare al circolo canottieri. Siamo seri quando si vuole scrivere Musica con la emme maiuscola!

erbamala

Mar, 12/02/2013 - 15:04

CaptainHaddock- finisca la frase, su. "Siamo seri quando si vuole scrivere Musica con la emme maiuscola.... si scrive Apicella!!" Ah che tristezza. Gli Elii sono particolari, possono non piacere, ma se fossero vissuti in un "paese musicalmente evoluto", come dice lei, sarebbero stati delle star planetarie. Su questo non ci piove. Vada, se vuole, su youtube a vedere la versione da un minuto della terra dei cachi, si renderà conto di tante cose, ad esempio che sono tutti dei musicisti fenomenali (oltre che dei geni).

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 12/02/2013 - 15:06

BlackMen: se questi sono i musicisti universalmente riconosciuti, due sono le cose, o l'universo è piccolo piccolo, o la musica non è più fondata sulle sette note ma sui rumori!

Daunt

Mar, 12/02/2013 - 15:42

Ma stiamo scherzando? Dei signori musicisti, tutti usciti dal conservatorio e in possesso di una tecnica come nessun altro nel panorama pop italiano. Non esiste nessuno, tra i musicisti italiani, che possa maneggiare uno strumento meglio di loro. E non è che all'estero ci sia tanta gente che può dire di farlo. Nella loro discografia, dai primi anni '90 in poi, hanno esplorato tutti i generi possibili e immaginabili: rock, pop, dance, funk, salsa, jazz, e chi più ne ha più ne metta. I testi sono sempre stati tra i più intelligenti e sagaci della scena musicale italiana, tutti conditi con citazioni che rimandano ad un livello culturale ben al di fuori della portata del fruitore medio di Sanremo Certo, non si pretende che un ignorante che concepisce solo la canzonetta in 4/4 possa capirne a riguardo. E non si pretende che la gente ascolti qualche brano prima di giudicare... ah no aspetta, si pretenderebbe sì, io mi sentirei un cretino a sparare senza cognizione di causa, forse certa gente non ha difficoltà a convivere con questo pensiero ricorrente.

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Mar, 12/02/2013 - 15:59

@CaptainHaddock: ma per dare un giudizio cosi' competente, lei ha mai suonato qualcosa (a parte il companello di casa)? Ma la obbligano a scrivere certe putt...nate o é tutta farina del suo sacco?

rorscharch74

Mar, 12/02/2013 - 16:47

CapitanHaddock, ha mai ascoltato Elio? In quale canzone vi sarebbero ritornelli anti-cav? Ma da che pianeta viene? Sono TRA I MIGLIORI strumentisti in italia (tutti). Scrivono testi satirici che, per la metà del paese che considera la satira una eresia, sono probabilmente incomprensibili. Ma mi creda: li può facilmente comprendere. E può addirittura riderne, si fidi! Aspetto che lei mi elenchi le canzoni anti cav di Elio. Su, su.

rorscharch74

Mar, 12/02/2013 - 17:24

Alberto...musica fondata sui rumori...ma cosa sta dicendo..utilizzano scale di una complessità che il rock si può scordare..siamo a livelli Jazz.. Curiosità: lei che musica ascolta?

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mar, 12/02/2013 - 17:35

Ullallà, la claque si sta irritando, guai a toccargli i gioelli, aha aha...poveri untorelli che volete cambiare il mondo e a malapena riuscite a cambiare un penumatico forato, probabilmente siete voi che non riuscite ad andare oltre un certo limite di comprensione e vi fossilizzate su pareri musicali in grado di soddisfare la sana necessità di autoreferenza, e solo quello. Del resto, a parte you tube che funge da opera pia, non mi risulta che i vostri beniamini abbiano un palcoscenico né europeo né mondiale. quello di Sanremo è più che sufficiente, da sabato non ne parlerà più nessuno. Auguri, qualche volta accadono miracoli e la vista (musicale) la si riacquista. Ossequi...

rorscharch74

Mar, 12/02/2013 - 18:05

Haddock, per quanto mi riguarda non mi sento su un piedistallo. Rilevo che lei non ha risposto alla mia domanda: quale canzone sarebbe "anti-cav"? I miei beniamini non hanno un palcoscenico internazionale perche, se meta degli italiani ritiene incomprensibili i loro testi, figurarsi i tedeschi o francesi che l'italiano non lo comprendono. Mi sbaglio? Apicella invece ha suonato al madison square garden, mi pare... :D

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Mar, 12/02/2013 - 18:12

I nipoti di pisciapirla ,dovevano alzare il pugno? Bella rappresentanza per Milano ...se non ci fossero i coglioni di sinistra a foraggiare le loro sfavillanti carriere, potrebbero morire di fame sotto un cavalcavia.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Mar, 12/02/2013 - 20:05

i berluscones ascoltano apicella... lui si che e' famoso...

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Mar, 12/02/2013 - 20:05

del resto i seguaci di silvio sono solo sfigati...

fulgiz

Mar, 12/02/2013 - 20:21

Per i detrattori.. scommetto che i vostri beniamini, come Elio sono tutti direttori d'orchestra.. ah gia', ma quest'ultimo sicuramente lo sara' diventato pagando al conservatorio di Tirana o tramite i corsi per corrispondenza della scuola Radio Elettra.. ;)

vince50

Mar, 12/02/2013 - 20:38

Se questi rappresentano la musica Italiana allora si spiegano molte cose,i musicisti veri di questi pagliacci ne fanno un boccone.Senza contare che sfacciatamente e senza vergogna ostentano quel pugno chiuso,certo non troveranno opposizione da parte dei conduttori.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 12/02/2013 - 22:35

rorscharch74...mettiamola così con rumori intendevo dire orchestrali da strapazzo capaci di parodiare e strippelare la musica altrui. Se poi sono o siano stati jezzisti capisco ancor di più perchè hanno cambiato genere!

Ritratto di fulgenzio

fulgenzio

Mer, 13/02/2013 - 08:09

La vostra sconfitta è già nel vostro "saluto a pugno chiuso"! Se già voi pensate che la vostra sola esibizione canora non basti e la farcite di altro, significa che voi stessi non ci credete abbastanza.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Mer, 13/02/2013 - 08:57

gli Elio sono dei Musicisti coi baffi cari i miei bananas, per voi c'e apicella e il berluscaz. ps per alberto43 il bicarbonato tienilo per dopo le elezioni ...at salut bananas!!!

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Mer, 13/02/2013 - 14:12

@CapitanHaddock: Considerato che praticamente tutti i bravi musicisti italiani non sono di destra (cosa diversa dall'essere di sinistra, ma questo é un concetto che non entra in testa né a voi bananas, né al vostro capopopolo), a voi cosa resta da ascoltare? La Oxa e la Zanicchi, la Tatangelo e Apicella, D'Alessio e.... non mi viene in mente nessun altro! Che vita triste.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 13/02/2013 - 17:49

Teoria di stampo lombrosiano suggestiva e chiarificatrice del pensiero mononeuronale dei sinistri. Oh già, adesso per essere bravi musicisti bisogna essere di sinistra, aha aha...

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Mer, 13/02/2013 - 18:43

@CaptainHaddock: Prima di rispondere impari a leggere e mi citi qualche musicista di destra. E non scriva parole di cui non conosce il significato, fa brutta figura!

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Mer, 13/02/2013 - 19:08

@CaptainHaddock: Prima di rispondere impari a leggere e mi citi qualche musicista di destra. E non scriva parole di cui non conosce il significato, fa brutta figura!

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 14/02/2013 - 02:16

Le cose basta scriverle una volta. Non ho tanto tempo da perdere, vada su wikipedia dove ne troverà un elenco aggiornato ed esaustivo. Ma ci vada piano, potrebbe non capirne il contenuto e far brutta figura, aha aha...

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Gio, 14/02/2013 - 10:05

@CaptainHaddock: non sa neppure citare un nome, che figura da bananas!

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 14/02/2013 - 13:55

Ahiaaiiai, son rimasto fregato. Però ieri sera ho sovuto ricredermi. Ho ascoltato Mononota e devo riconoscere che EELST hanno interpretato un brano veramente tosto nella sua costruzione armonica e nei repentini cambi di fraseggio. Ovviamente Elio la fa da padrone, però va dato atto ai suoi musicisti di avere una grande padronanza dello strumento e di essere un connubio indissolubile, su questo non ho dubbi. Il brano precedente mi ha invece lasciato indifferente, anche se si trattava di satire molto raffinata. Però l'impostazione del brano avrebbe dovuto essere a mio modesto avviso un po' più lenta, poiché molte parole si confondevano nella velocità del brano. Detto ciò, la mis stima è prettamente tecnica. Ognuno di noi vive un suo rapporto emozionale con la musica che non può avere un punto di riferimento universale, checchè ne dica il tuttologo Scaruffi. Sono bravi, probabilmente meriterebbero altri palcoscenici che non i siparietti di RAI3 dove il fare da contorno non li premia, Né tantomeno Sanremo che diventa dispersivo. Bisognerebbe che qualche anima sensibile li proponesse in uno special dove far emergere tutte le loro varie "anime". Ma per carità, senza opinionisti o commentatori, insomma un rapporo diretto tra artista ed ascoltatore. Un po' per quanto è accaduto di recente per il concerto di Zucchero a Cuba. Buona giornata a tutti.