Pupo e la sua vita da bigamo: "Mi divido tra moglie e fidanzata"

Enzo Ghinazzi, in arte Pupo, si racconta a La Zanzara su Radio 24: parla della sua vita tra Anna, la moglie, e Patricia, la fidanzata e manager

È un Pupo senza freni quello ospitato a La Zanzara su Radio 24. Il cantante racconta di una cena che ha risvolti imbarazzanti per il cestista Danilo Gallinari e la sua vita da bigamo tra la fidanzata e manager Patricia e la moglia Anna, sposata nel 1974.

La cena da 240 dollari

"È stata una cosa incredibile. C’era lui e la madre, eravamo in sei in un posto molto modesto. Avevano organizzato tutto loro. Conto finale, 240 dollari. Danilo Gallinari - spiega Pupo a Cruciani, che conduce il programma in radio - aveva mangiato un’insalata da 8 dollari. La madre credo uno spaghetto da 7 dollari. Conto finale 240 dollari. Fino all’arrivo del conto avevano parlato di sponsor, di ingaggi da milioni di euro. Credo che lui guadagni più di 20 milioni all’anno ( contratto di triennale con i Los Angeles Clippers in Nba da 65 milioni di dollari, ndr). Ma quando è arrivato il momento di pagare la madre prende il foglietto, Danilo si mette accanto col menù in mano e col telefonino faceva le somme. Ognuno ha pagato quello che ha mangiato. Io e Patricia abbiamo dato 32 dollari…".

Vita da bigamo

"Io alla mia età faccio spesso l’amore spesso. Come mi divido tra moglie e Patricia? Io accontento tutte e due. Non lo faccio col bilancino. E ormai la gelosia è superata. Per mia moglie più che un marito penso di essere un figlio", spiega il cantante oramai divso tra la moglie Anna, con la quale è sposato da oltre 40 anni e con la fidanzata e manager Patricia. E precisa "Posso permettermi di fare quello che voglio. Se volessi guadagnare ancora accetterei la proposta di qualche reality. Ricevo continuamente proposte praticamente da tutti gli show, l’ultimo è stato Ballando con le stelle. Ma anche il Grande Fratello e l’Isola dei Famosi. Offrono cifre interessanti, nell’ordine di qualche centinaia di migliaia di euro. Ma non ci andrei nemmeno per un milione di euro. Non sono allettato dai soldi, il denaro su di me non ha nessun appeal. Non mi è mancato neanche nei momenti difficili. Anche quand’ero senza soldi non ho mai avuto la percezione dell’indigenza".

Enzo Ghinazzi, nome all'anagrafe di Pupo, è anche una star nei Paesi dell’Est: "Quanto pagano? Cifre importanti, diciamo decine di migliaia di euro. Quante canzoni canto? Dipende dall’umore di chi mi ha ingaggiato, da un’ora o 45 minuti, ma anche due canzoni e via. E non ci crederete ma la canzone più richiesta da questi signori è Burattino telecomandato, più di Su di noi e Gelato al cioccolato", come riporta Il Corriere della Sera.