Quando Allen circuì Mariel Hemingway

Mentre il suo nome è in predicato per il festival di Cannes, dove stando ai rumors porterebbe il suo ultimo film, Un uomo irrazionale Woody Allen ripiomba nel tormentone molesto. Delle molestie sessuali, per la precisione, alle quali l'intellettuale newyorchese è abbonato, da quando l'ex moglie Mia Farrow lo portò in tribunale, accusandolo d'aver abusato sessualmente della loro figlia adottiva Dylan, 7 anni. Tra l'altro, Allen è stato sporcificato per sempre dalla singolare storia delle foto di nudo di Soon-Yi, figlia adottiva di Mia, ritratta da Woody quand'era ventenne, nel 1992. Nel 1997 l'ha sposata, d'accordo. Ma quell'ombra di turpitudine paraincestuosa resta marchio indelebile, negli Usa puritani specialmente. Ora, a metterlo nel tritacarne mediatico ci pensa l'attrice Mariel Hemingway, nipote del leggendario Ernest. Nel suo nuovo libro Out Came the Sun (Simon&Schuster), Mariel racconta come Allen l'abbia circuita a 16 anni, ai tempi del controverso Manhattan .

Allen in fase di preproduzione, si recò addirittura dai genitori di lei, nell'Idaho, per convincerli a farla partire immediatamente con lui, destinazione Parigi. «La nostra relazione era platonica, però cominciai a notare che aveva qualche morbosità nei miei confronti, tipica dell'uomo di mezza età verso una ragazzina», scrive la Hemingway. Col sesto senso tipico degli adolescenti, Mariel non volle andare, anche se i genitori facevano pressioni in tal senso. «Non ero sicura che avrei potuto dormire da sola, in una stanza tutta per me», precisa l'autrice, evocando il celebre romanzo di Virginia Woolf. Per chiarire quell'accordo, la giovane arrivò a svegliare Woody che dormiva nella stanza degli ospiti, nel cuore della notte, per chiedergli a bruciapelo: «Non avrò una stanza per me sola, vero?». Poiché lui si limitava a inforcare gli occhiali, farfugliando nel suo consueto modo nevrotico, Mariel decise che non sarebbe partita. «A Parigi con te non ci vengo!», pare abbia sentenziato, alla faccia del clichè romantico di Parigi.

Il giorno dopo, Allen lasciò il ranch di famiglia a bordo d'un jet privato. Fallite le avances con la minorenne di turno e svanito il sogno d'avere una bionda girlfriend a disposizione sul lungosenna e in hotel, Woody si consolò l'anno dopo con un'altra avvenente ragazzina bionda: Mia Farrow, appunto.