Quando l'arte ritorna alla tradizione

A Milano è in corso "GrandArt", prima e unica fiera dedicata alla pittura e alla figurazione

Una volta vedere dei dipinti a una fiera d'arte non sarebbe stato incredibile. A Milano è in corso «GrandArt», prima e unica fiera dedicata alla pittura e alla figurazione e questo sì che è incredibile, visto che l'arte 4.0 (valore numerico a crescita esponenziale in base al meridiano di Silicon Valley) consta di installazioni e cinema vari. C'è in realtà bisogno di un rinnovato «ritorno all'ordine» e le premesse per una nuova onda tributaria della tradizione e della figurazione stanno proprio nella giovane pittura italiana: Sergio Padovani è in mostra al Museo di Rimini con una serie di opere sull'iconografia dei santi che riportano l'aura medievale e umanistico-rinascimentale in una dimensione contemporanea, mentre Giovanni Gasparro ha appena realizzato una pala d'altare per la chiesa di San Francesco a Trani con una pittura che viene dal '600. Lui è pittore «religioso» e l'altro no, ma entrambi stanno ricreando quella scena pittorica fedele alla tradizione e alla figurazione che da sempre ci appartiene e che il sistema mainstream dell'Arte Povera ricicciata e delle varie Artissima e MiArt e Biennali ha relegato nell'ombra. Ma ancora per poco.