Quante vite: da Gauss a Zátopek

Volete portarvi sotto l'ombrellone una biografia? Bene, è sempre un bel genere letterario che dà grandi soddisfazioni: che sia per contrasto o per emulazione del biografato. Se vi piacciono i numeri, o se il caldo i numeri ve li fa dare, quest'anno è imperdibile I numeri uno.

La vita dei più grandi matematici del mondo (Einaudi) di Ian Stewart. L'autore racconta le vite straordinarie, come un'equazione ben scritta, e le scoperte di venticinque fra i più importanti matematici della storia, da Archimede a William Thurston. Nel testo incontrerete grandi padri e madri della matematica moderna come Muhammad al-Khwarizmi (le cui opere ci hanno fornito le parole «algoritmo» e «algebra»), Pierre de Fermat, Isaac Newton, Carl Friedrich Gauss, Bernhard Riemann, Henri Poincaré, Ada Lovelace (probabilmente la prima programmatrice di computer) e Alan Turing. Ma non mancano anche geni riscoperti soltanto di recente, come Srinivasa Ramanujan e Emmy Noether. Se invece preferite un'autobiografia letteraria, non potete perdervi Leopard Rock. L'avventura della mia vita (HarperCollins) in cui Wilbur Smith si racconta, dedicando passaggi speciali al suo complesso rapporto con il padre. Imperdibile anche la biografia scritta da Stenio Solinas: Genio ribelle. Arte e vita di Wyndham Lewis (Neri Pozza). Percy Wyndham Lewis (1882 - 1957) è stato pittore (inventore del vorticismo) e scrittore e uno degli intellettuali più importanti della Gran Bretagna del primo Novecento. Se invece siete più portati per la storia, ecco gli ultimi due suggerimenti.

Il primo: Spia contro spia (Sellerio), l'autobiografia dell'agente segreto serbo Dusko Popov che, facendo il doppio gioco fra i servizi tedeschi e l'MI5, ispirò il personaggio di James Bond a Ian Fleming. Il secondo: Emil Zátopek. Una vita straordinaria in tempi non ordinari (66th and 2nd) di Rick Broadbent. Racconta i successi sportivi e le peripezie umane del grande corridore cecoslovacco che dopo essere stato un eroe sulle piste d'atletica fu un eroe della Primavera di Praga. E ne pagò il prezzo.