Radiogiornale

Nell'epoca in cui tutti si sentono commentatori, c'è ancor più bisogno dei cronisti. Di quelli veri, che trasmettono le informazioni senza modificarle, piegarle, tagliarle. Ed è questa la forza di Gr Parlamento, il canale istituzionale di RadioRai che dal lunedì al venerdì trasmette in diretta i lavori di Camera e Senato oltre alle registrazioni delle sessioni più significative delle commissioni parlamentari e, nel caso, di quelle bicamerali. A margine, ci sono anche trasmissioni sui convegni istituzionali di maggiore rilievo, le presentazioni e, come si legge nel sito ufficiale, gli appuntamenti pubblici che si svolgono nei palazzi romani legati alla funzione pubblica. Un lavoro continuo, una presenza fissa prevista dalla legge istitutiva del 1998 che in questi ultimi tempi diventa ancor più decisiva per conservare i contorni precisi della cronaca. Perché? Perché la fluidità aggressiva dei social e l'informazione sia cartacea che tv o web offrono soprattutto l'interpretazione dei fatti parlamentari, contribuendo così alla formazione dell'opinione pubblica ma non alla registrazione degli episodi come sono realmente avvenuti. In più ci sono tre edizioni al giorno del giornale orario parlamentare, una bella rassegna stampa e numerose rubriche. Gr Parlamento, del quale risultano direttore Luca Mazzà e caporedattore Carlo Albertazzi, è insomma il notaio della nostra vita pubblica. Tutte le sedute parlamentari possono eventualmente essere ricostruite sfruttando i podcast. E talvolta servirebbe davvero farlo per capire che cosa succede (e come). Sarebbe istruttivo per tutti.