Raffaella Carrà: "Se ho fatto delle cazz...è perché le avevo scelte io"

La conduttrice torna su Rai Tre con una serie di interviste a grandi personaggi. Appuntamento dal 28 marzo. Unico timore? "Che il pubblico dopo un'ora e mezza in cui non mi vede cantare, ballare e cazzeggiare"

E' stata dura per il direttore di Rai Tre Stefano Coletta che le ha proposto tre volte un programma ricevendo un no, ma alla fine l'ha spuntata. Raffaella Carrà torna in tv con un programma dedicato a lunghe interviste ai grandi personaggi. Appuntamento il 28 marzo su Rai Tre. "Ho solo paura che il pubblico dopo un'ora e mezza in cui non mi vede cantare, ballare e cazzeggiare dica che palle - confessa a Vanity Fair - Lo spettacolo saranno le parole e in questo momento di omologazione anche televisiva, di reality tutti uguali fatti di nulla, che portano in primo piano la superficialità, una trasmissione di parola, di scambio e di confessioni, mi sembra sia qualcosa di giusto".

"Con Pippo Baudo ne ho discusso tante volte. La mia teoria è opposta alla sua: ogni tanto, soprattutto se sei una donna, ti devi togliere dai piedi. Se sei sempre lì non ti rinnovi mai. Sempre la stessa faccia, la stessa espressione, lo stesso birignao. La tv, per farla bene, devi vederla anche da fuori. - continua - Devi capire dove vivi, chi c’è per strada, chi ha le mani sul telecomando e la sera sceglie proprio te. Se vai via per uno o due anni non succede niente. E se si scordano di te, significa che forse della tua presenza si poteva fare a meno (...) Dei soldi e dell’ambizione non mi è mai importato niente, ma senza coraggio la mia vita sarebbe stata triste. Se a volte ho fatto delle cazzate, le ho fatte perché le avevo scelte io. Se però una cosa non la sento, la rifiuto".

Commenti

cgf

Mar, 12/02/2019 - 13:55

basterà vederti una volta sola e poi diranno MENO MALE

Libero 38

Mar, 12/02/2019 - 16:01

La carra torna in TV.Per fare cosa?Per far ridere i polli.Ma perche' non se ne va' in una casa di riposo.

GPTalamo

Mar, 12/02/2019 - 19:06

Penso che il direttore di Rai3 si prende gioco degli italiani. Capisco che vedere la Carra' e' sempre meglio della corazzata Potemkin, ma mi riesce difficile credere che su 50 milioni e oltre di italiani non ci sia una show-"girl" con meno di 75 anni.

brixia

Mer, 13/02/2019 - 08:36

e chissenefregaaaaa...............................