Rai, polemiche per il nuovo reality show umanitario

Alcune celebrità italiane racconteranno la sofferenza vivendo in mezzo ai campi profughi. Ma il programma di Raiuno "Mission" fa già discutere

Nel giorno della prima puntata di "Mission", il nuovo reality show "umanitario" della Rai, che vede protagonisti alcuni personaggi famosi in mezzo ai campi profughi, riesplode la polemica. Al direttore generale di Viale Mazzini, Luigi Gubitosi, e al direttore di Rai1, Giancarlo Leone, sono state consegnate centomila firme raccolte da una petizione online (www.change.org/nomission) con cui si chiede alla Rai di non mandare in onda il programma. Realizzato in collaborazione con l’Alto commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite, il programma si propone di far raccontare ai vip (Emanuele Filiberto di Savoia, Paola Barale, Barbara de Rossi e altri) il dramma dei rifugiati.

I vip saranno capitanati da Michele Cucuzza e Rula Jebreal: per due settimane di fila, affronteranno l’esperienza di vivere e fare volontariato in alcuni campi profughi in giro per il mondo. Tra realtà e finzione narrativa, il programma ha già suiscitato un gran vespaio di polemiche, con l'accusa principale di voler spettacolarizzare il dolore mancando di rispetto alle persone che soffrono. Ma a qualcuno l'idea non dispiace: una delle partecipanti al reality, la giornalista Candida Morvillo, ricorda che "di solito i documentari su questi argomenti vanno in onda su altre reti e in seconda o terza serata".Passare in prima serata, quindi, sarebbe un'ottima cosa. Ma c'è una controindicazione "Se per far conoscere il dramma dei rifugiati al grande pubblico devi mandare Al Bano in Giordania ed Emanuele Filiberto nella Repubblica Democratica del Congo, questo è un problema del Paese e non della Rai".

"Mission" andrà in onda in due puntate, questa sera e il prossimo 12 dicembre. Al Bano andrà in Giordania insieme alle figlie Cristel e Romina Jr., l’attore Francesco Pannofino e la stessa Candida Morvillo in Mali. Mentre nella seconda puntata ci saranno Emanuele Filiberto e Paola Barale in Congo, Cesare Bocci e Lorena Bianchetti in Ecuador, mentre Michele Cucuzza e Barbara De Rossi andranno alla volta del Sudan. Staremo a vedere quale sarà la reazione del pubblico. Una cosa è certa: le polemiche proseguiranno.

Commenti

ro.di.mento

Mer, 04/12/2013 - 15:44

sarà un programma ordinato dalla boldrini, signora delle "mission impossible" sulle spalle del popolo, non certo dei mafiosi ricchi italiani ! a partire proprio dai politici che prendono tanti soldoni nostri, ma non aprono neppure uno "sgabuzzino lavorativo" per dare lavoro a qualcuno!

gneo58

Mer, 04/12/2013 - 16:09

basta cacciare soldi nostri (leggi canone) - la rai faccia quello che vuole ma non col nostro canone - se poi volete/dite che il canone e' una tassa di possesso sull'apparecchio televisivo dividete il ricavato tra tutte le reti. CAPITO ?

vince50

Mer, 04/12/2013 - 16:26

Non c'è pietà per nessuno,si fruttano persino i diseredati per campare di falso pietismo ipocrita.Quelli poveri sono e poveri resteranno,nel frattempo si butteranno al vento un bordello si soldi estorti il/legalmente guarda caso in gran parte anche ai poveri.Se non esiste la giustizia divina,siamo definitivamente fottuti.

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 04/12/2013 - 16:52

Bastava incaricare i numerosi missionari (quelli veri) che in assoluto silenzio e senza fronzoli operano quotidianamente in quei posti. I vip hanno assoluto bisogno di visibilità, altrimenti si sciolgono come neve al sole.

gneo58

Mer, 04/12/2013 - 16:57

per vince50 - la giustizia divina ci sara' e saranno cazzi la gente dovrebbe ricordarselo piu' spesso (glielo dice uno che in chiesa non ci va')

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 17:21

Sarà per questo (una marchetta della RAI) che da qualche giorno trasmettono uno spot costosissimo ed elaborato dell'UNHRC, si vede una bella famigliola europea, nella sua quotidianità, tranquilla e confortevole. Al mattino, tutti riuniti a tavola per la colazione. All'improvviso un esplosione, all'esterno carri armati, sparatorie, urla, disperazione, macerie.....e una voce grave e impostata che più o meno recita: ".....E SE ACCADESSE ANCHE A TE? DONA LI SORDI PER L'AFRICA" (beh non esattamente così l'ultima parte, ma il senso è proprio quello). Ora, a parte che il parallelo tra una famiglia europea e una africana solo una mente perversa e in malafede poteva concepirla (non sto qui adesso ad elencare le enormi differenze concettuali e morali che ci sono....), ma poi, non c'era bisogno di girare questo costosissimo spot con scene di guerra (a spese nostre ovviamente). In Europa la guerra C'E' STATA SUL SERIO!!!! Ben due e mondiali in pochi anni, e non abbiamo rotto i coglioni a nessuno, con dignità e sacrificio. Nessun europeo, su barconi fatiscenti ha cercato di entrare clandestino in africa o altrove. Al massimo qualcuno in Svizzera (e veniva pure respinto). Quindi non ci dobbiamo "immaginare" un bel niente. Basta chiedere ai nostri genitori (1 o 2 non importa) e ai nonni. Bastava trasmettere un documentario vero, di come le nostre civili città furono ridotte da bombardamenti e da combattimenti casa per casa. Ci siamo rimboccati le maniche, senza l'aiuto di organizzazioni inutili alla UNHRC e siamo andati avanti. E, pensate che strano, proprio per questo ci teniamo al nostro benessere e dei nostri figli, ci teniamo alla Pace. E proprio per questo, non vogliamo più che possa accadere quello che è accaduto. In africa non ci sono guerre mondiali, ma nemmeno guerre vere. C'è solo miseria, incapacità, corruzione, razzismo e bande rivali che si combattono tra loro per i più assurdi motivi. E' bene che l'ONU (per quello che può contare ancora) invece di bombardare la Serbia o rompere i coglioni con la protezione di clandestini in Europa, intervenisse sul serio in afriga londana, ma no inviando truppe occidentali (costosissime) ma semplicemente utilizzando guarnigioni degli africani stesse o al massimo arabe. Poi lo vediamo quanto sono bravi.

Zizzigo

Mer, 04/12/2013 - 17:23

Ancora una volta la RAI si butta in missioni di caratteristico odore politico. Ma non ci fa né ridere né piangere, in compenso butta i nostri soldi e non aiuta a risolvere la situazione generale. Non farà grande ascolto, ma se lo volesse fare, potrebbe andare ad ascoltare gli italiani in piazza!

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 17:24

L'Italia è proprio un paese ridicolo. Non c'è speranza. E' un pò tutto l'Occidente che dal dopoguerra in poi è precipitato in un vortice di relativismo, di imbelle buonismo, ritenendosi il buon samaritano che si deve fare carico delle lordure e delle incompetenze degli africani. Si buttano miliardi (rubati ai cittadini per bene) per sovvenzioni, regali, contributi, risarcimenti a quegli stessi popoli che in fondo in fondo ci disprezzano e ci deridono per la nostra stupidità. Inetti in tutto aspettano la manna occidentale che puntualmente arriva nonostante si sia capito che è inutile. Ma l'Italia è ai primi posti in quanto a stupidità becera e buonista. Sorvolando sui costi elevati di questa assurda trasmissione, una sorta di La Fattoria ambientata in un finto campo profughi, con gli alti cachet dei cosidetti vip (ormai tutti sul viale del tramonto che è infatti la caratteristica di chi accetta di partecipare a un reality....), si fa solidarietà politicamente corretta, strumentalizzando un tema che è e dovrebbe rimanere serio. Non basta avere "l'alto patronato dell'UNHCR" (organizzazione finto nongovernativa spilla soldi a sbaffo) per ammantare il tutto di "impegno sociale". Quanti bei paroloni altisonanti ma vuoti di significato reale eh, sono bravi i sinistrati con questo giochetto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 04/12/2013 - 17:25

Perché non girate una Mission tra le famiglie di italiani che vivono con 500 € al mese?? Mi sembra di stare in un paese che sperpera tutto a favore degli stranieri facendo pagare agli italiani.Oltre al merito di invadere l'Italia illegalmente ,non vedo altri meriti.

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 17:27

Ma sul serio poi credete all'impegno "sociale" di sti quattro cialtroni nullafacenti! Ma poi....albano (e le figlie di romina!!!!) impegnati nel sociale!!!! La sera in lussuosissimi alberghi con piscina e aria condizionata e il giorno a fare a finta di vivere in un campo profughi! A fare quello che fanno i volontari (ovvero un cazzo). E si porta pure le figlie a spese nostre! Ahahha. Fatevi dire quanto prende di cachet per sta buffonata.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mer, 04/12/2013 - 17:43

@ berserker stai attento se no ti danno del razzista:-)

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mer, 04/12/2013 - 17:47

Michele caguzza e una colorata....è vai! Verso un italiabhad negra e islamica! Vedrete che arriverà anche la telefonata del papa che viene dal buco del culo del mondo.....quanta pace quanta carità !......viva i Lefebvriani .....

swiller

Mer, 04/12/2013 - 17:48

Decisamente una trasmissione di pessimo gusto sicuramente ideata da dementi spero non vada mai in onda.

aredo

Mer, 04/12/2013 - 17:52

Tutto lo squallore della sinistra. Tutta la loro ignobile mafia. Finchè le persone daranno soldi "alla solidarietà" tutto questo non finirà. Tutte queste associazioni, tutto questo giro di soldi va reso illegale! Non si può continuare così! La sinistra ci sguazza da anni e ruba miliardi e non aiuta nessuno.. crescono solo i loro conti in banca.. MPS diventa sempre più ricca per i comunisti e cattocomunisti...

yomo1974

Mer, 04/12/2013 - 18:01

Se Il Giornale si smuove per indignarsi ad alta voce per un nuovo format RAI, non sara' per caso che gli ascolti previsti sono troppo alti e rischiano di ledere gli interessi economici di Mediaset negli introiti pubblicitari? ...Impossibile, o no? Perche' niente e' impossibile.

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 04/12/2013 - 18:12

Il tutto a carico del contribuente, sicuramente voluto dalla Boldrini, non vedo che interesse possa avere una trasmissione del genere, gli italiani, quelli originali, i nostri anziani, hanno problemi molto più seri che seguire i VIP vacanzieri alle prese con clandestini vu comprà e accattoni. Andassero a fare i reality in qualche famiglia italiana alla presa con la crisi che ci sta masacrando. A fan culo gli africani, che si arrangino, prima si guardi a far star bene gli italiani

Ritratto di serjoe

serjoe

Mer, 04/12/2013 - 18:12

Siamo belli...siamo bravi...senza contar che siamo pure ..buoni, pieni di virtu'..e ..che ci sta a fare la Tivu'..se non ci manda a Timbuctu'... per smuover le coscienze di fronte alle umane sconcezze ?? Saremo pure ben remunerati, ma davanti a questi umani atti non e' il caso soffermarsi,tanto paga l'abbonato,sempre in c...o l'ha beccato.

pinosan

Mer, 04/12/2013 - 18:39

Non c'è limite al cattivo gusto.Però la rai che mantiene quasi 10.000-raccomandati(a spese della povera gente)non ha limiti al cattivo gusto.Ma non preoccupativi che fra poco arriva anche il povero Celentano che più che cantare dirà una caterva di cazzate.Qello che mi meraviglia e che molta gente,che vive con una pensione minima,sarà presente ed in questo modo dara ragione alla RAI.

moshe

Mer, 04/12/2013 - 20:51

Fate un reality show umanitario sulle miserie degli italiani invece di romperci continuamente i marroni con i profughi!!!

Ritratto di pascariello

pascariello

Mer, 04/12/2013 - 21:14

M@rde s@hifose lurid@ b@starde con i soldi rubati agli italiani vogliono mantenere tutti gli africani buoni solo a figliare e fare un casso aspettando all' ombra della palme che le banane cadano giù da sole, fra un massacro e l'altro delle tribù avversarie.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 05/12/2013 - 01:41

# yomo1974 Un programma sulle miserie umane è quanto di più feroce e sordido possa rappresentare una TV. Però solo una mente contorta come la sua può travisarne il senso arrivando a malignare sugli introiti pubblicitari di Mediaset. MA CHI E' LEI, UN GALOPPINO TRINARICIUTO AL SOLDO DELLA RAI?

BAF

Gio, 05/12/2013 - 08:31

Un altro programma "umanitario" fasullo,se vogliono veramente essere credibili si cimentino in lavori a loro più confacenti il michele provi a spalare letame nelle stalle alle 4 del mattino, quanto alla Rula Jebreal provi a "lavorare" due settimane, quanto dura la prova sulla tangenziale

venessia

Gio, 05/12/2013 - 08:51

a riguardo farebbe riflettere di più una commedia di Eduardo.

BAF

Gio, 05/12/2013 - 21:39

nel mio commento su Michele e la Rubla delle 8.31 quando la invitavo a lavorare due settimane avevo scritto "lavorare due settimane sulla tangenziale", potere del moderatore.

angelomaria

Ven, 06/12/2013 - 15:28

che ci restino ma prima restituiscano il maltolto e il vecchio carrozzone invece di fare le necessarie riparazioni continua a sperperare i nostri solsi ora i signori in giordania chi li paga!quanto ha ragione BRUNETTA troppo e' troppo !PRIVATIZZIAMOLA costa troppo al consumatore ed in cambio programi schifosi per non parlare poi di rai 3 la piu'odiosa e costosa mai esistititaeoltretutto malgestita!!!